VC Voice

BlackSheep Fund annuncia il primo closing a 40 milioni di euro

Il fondo dedicato alle tecnologie madtech, quindi marketing e advertising, BlackSheep che è gestito da Eureka! Venture Sgr, effettua il primo closing a 40 milioni di euro e ora punta al target di 70 milioni

07 Set 2021

BlackSheep Fund, il primo fondo europeo di investimento, chiuso e riservato, specializzato sul madtech (marketing and advertising technology) di cui demmo annuncio in questo articolo annuncia di avere fatto il primo closing a 40 milioni di euro.

BlackSheep che è gestito da Eureka! Venture Sgr il cui amministratore delegato Stefano Peroncini dice a Startupbusiness: “Il primo closing del fondo BlackSheep è un altro passo verso la strategia di Eureka! Venture Sgr di diventare una vera e propria platform multifondo. Al momento abbiamo circa 100 milioni di euro di asset under management ma il nostro obiettivo nel lungo termine è arrivare a 500 milioni di euro. BlackSheep si inserisce perfettamente nella strategia di Eureka Venture! Sgr perché se con il primo fondo investiamo in startup deep tech con focus su advanced material, col secondo ci concentriamo su startup deep digital tech con tecnologie quali IA, big data ecc”.

BlackSheep si propone come progetto unico nel panorama dei fondi di investimento, non solo per la sua specializzazione, ma anche perché lanciato da imprenditori e manager veterani del settore, che sono anche i primi investitori privati del fondo.

Il primo closing, effettuato per chiudere i deal che il team di BlackSheep ha preparato negli ultimi mesi, ha raggiunto quindi 40milioni di euro, superando le aspettative del management. La raccolta ora prosegue verso il target di 70 milioni di euro con hard cap a 100 milioni di euro.

Il progetto ha suscitato l’interesse di altri investitori, a partire da Cdp Venture Capital, che ha partecipato attraverso il suo fondo di fondi FoF VenturItaly e con il fondo di co-investimento Mise, gestito dalla medesima. Una parte significativa della raccolta di questo primo closing proviene inoltre da aziende protagoniste del settore marketing in Italia e in Europa, che vedono in BlackSheep non solo un investimento finanziario, ma anche una modalità di open innovation per rispondere a domande strategiche legate al loro business.

Come detto l fondo di venture capital BlackSheep è gestito da Eureka! Venture, che ha già avviato lo scorso anno un innovativo fondo dedicato al trasferimento tecnologico, e che ora con BlackSheep aumenta la sua portata ed arricchisce il suo management: Sandro Moretti (keyman del team BlackSheep) è stato co-optato nel consiglio di amministrazione della Sgr, ed è stato istituito un comitato investimenti dedicato e composto da tutti i membri del team: oltre a Moretti, Umberto Bottesini, Marco Caradonna e Giovanni Strocchi.

BlackSheep Fund entra nel vivo dell’operatività e nelle prossime settimane avvierà i primi investimenti, dopo aver selezionato le aziende in grado di rispondere alle nuove richieste del mercato del marketing e della pubblicità all’inizio di uno stravolgimento molto radicale, dove l’esigenza di automazione e personalizzazione è divenuta cruciale, in un contesto internazionale di grande attenzione per il tema privacy del consumatore finale. I target del Fondo sono aziende italiane ed europee che hanno sviluppato software di nuova generazione per rendere più semplici, efficaci e automatici i processi legati alla relazione tra brand e consumatore. BlackSheep investe in larga parte in aziende che hanno già superato la fase di startup e necessitano ora di risorse per la crescita e la scala internazionale. A fronte di una partecipazione di minoranza qualificata, il fondo fornisce alle portfolio company non solo le risorse economiche per sviluppare un piano condiviso di crescita, ma anche quelle competenze, esperienze manageriali e relazioni industriali che fanno di BlackSheep e della sua squadra un vero e proprio vantaggio competitivo.

“Ho sempre definito BlackSheep un fondo al contrario, in cui è nato prima il contenuto, il progetto industriale nel nostro settore, e solo poi la forma, il fondo di VC. Con il resto del team BlackSheep e con lo stesso spirito, 15 anni fa, abbiamo provato a cambiare qualche regola del mondo dei servizi di marketing digitale, e abbiamo avuto successo. Con la stessa squadra vogliamo cogliere la nuova opportunità che questo mercato offre: basata sui dati, tecnologica, ed europea. Ma questa è una maratona, e siamo al primo chilometro: ora viene il bello”, dichiara in una nota cofondatore e managing partner di BlackSheep Ventures, Sandro Moretti.

“BlackSheep rappresenta una grande opportunità per tutte le realtà che sviluppano soluzioni innovative nei settori del marketing e dell’advertising e che hanno le potenzialità di diventare champion internazionali, soprattutto in questo momento di forte attenzione all’utilizzo dei dati personali legata alla normativa sul Gdpr. Come Cdp Venture Capital guardiamo con interesse alla nascita di nuovi fondi che ampliano il raggio di azione di gestori già esistenti, perché dimostrano come il differenziare e il cercare sempre nuove strade di crescita e di mercato sia nel Dna di tutta la filiera dell’innovazione italiana”, commenta Enrico Resmini, amministratore delegato e direttore generale di Cdp Venture Capital Sgr (Photo by Joshua Earle on Unsplash )

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4