web3

Coderblock, il metaverso alla portata delle piccole e medie imprese

La startup siciliana ha appena chiuso la campagna di crowdfunding su Mamacrowd raccogliendo 820mila euro e punta a mercati internazionali

17 Mar 2022
Il team di Coderblock

“Abbiamo iniziato sviluppando uffici virtuali, siamo cresciuti come SaaS per l’affitto e la licenza di ambienti virtuali e adesso i nostri clienti iniziano a fare business all’interno degli ambienti, creando dei contenuti, e ci chiedono di avere la proprietà sui loro terreni. Stiamo parlando per la prima volta di land virtuali, per questo ci stiamo muovendo verso lo studio di tutto quello che ci consentirà di andare verso la creazione di NFT, web3 e blockchain, appunto, per consentire l’acquisto delle land con una moneta che ci porterà verso una ulteriore evoluzione della piattaforma nel mondo immobiliare virtuale. Puntiamo anche a creare nuove sinergie che possono nascere nel metaverso, un po’ come sta accadendo negli Stati Uniti con Decentraland e The Sandbox, ma con un approccio italiano, anzi, tutto siciliano se vogliamo. Stiamo cercando di rendere più personale la tecnologia per fare in modo che sia alla portata di tutti. Le altre piattaforme, infatti, richiedono all’utente competenze specifiche per poter entrare nel metaverso, noi vogliamo muoverci verso una tecnologia più facile da usare e accessibile a chiunque voglia entrare nel metaverso, per business o svago che sia”, così Danilo Costa, fondatore e Ceo di Coderblock illustra a Startupbusiness la missione della sua startup che ha appena chiuso una campagna di crowdfunding raccogliendo 820 mila euro.

Grazie ai questi fondi Coderblock si propone di allargare maggiormente il team per la successiva fase di crescita della società che punta a internazionalizzare il prodotto. Il mercato di riferimento attuale è rappresentato infatti da quello italiano, ma l’obiettivo è quello di espandersi nel resto d’Europa e successivamente nel Nord America, mercato di punta delle virtual experience. Gli investimenti, inoltre, permetteranno di strutturare il team, favorendo un maggior flusso di risorse nel campo di ricerca e sviluppo, aumentare la valorizzazione della società e aprire una nuova linea di ricavo, creando il primo metaverso condiviso di Coderblock.

Dopo aver chiuso il 2021 con un incremento del fatturato del +109% rispetto al 2020, la società siciliana si è evoluta con velocità per rimanere al passo con le nuove esigenze del mercato, fino a diventare una piattaforma automatizzata per la creazione di esperienze virtuali B2B in quattro settori principali: lavoro, eventi, formazione e shopping.

Nel metaverso è possibile creare un negozio in 3D che rimanda al proprio e-commerce, mettere annunci pubblicitari, organizzare in padiglioni immersivi e classi virtuali le proprie iniziative ed eventi, e tanto altro ancora. Il metaverso consentirà a Coderblock di moltiplicare le opportunità di business, aprendosi a nuovi target, grazie alla creazione di un’economia virtuale proprietaria, all’integrazione di tecnologie basate su blockchain ,NFT e alle innumerevoli possibilità per aziende ed utenti. La piattaforma sviluppata dalla startup di Palermo permette l’accesso da smartphone o pc con un semplice clic sul sito, senza l’installazione di software esterni o il bisogno di indossare supporti visivi.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4