Comehome lancia #stayhome e supporta Medici Senza Frontiere
Comehome lancia #stayhome e supporta Medici Senza Frontiere

“Una settimana fa eravamo destinati a chiudere, costretti a sospendere tutti gli eventi pubblicati sulla nostra piattaforma. Abbiamo reinventato il nostro modello di business in meno di cinque giorni, portando gli eventi dal salotto di casa dei nostri host a delle stanze virtuali. Sono fiero di come la nostra community ha reagito a questa crisi e di come il nostro team è riuscito a trasformare un problema in una grande opportunità. Comunque vada ne usciremo insieme, più forti di prima”, così Michele Cesario, fondatore e CEO di comehome spiega a Startupbusiness come la sua startup sta reagendo e ripensandosi per affrontare questi tempi unici e per prepararsi al #thedayafter quando l’emergenza sarà terminata.

A seguito dell’aggravarsi dell’emergenza sanitaria nel nostro Paese, e alla luce dei recenti provvedimenti governativi, comehome ha sospeso tutti gli eventi presenti sulla piattaforma fino al 3 aprile 2020, riservandosi la possibilità di estendere ulteriormente la sospensione, qualora la situazione lo richieda.

“Per noi di comehome la salute è una cosa seria, ma lo sono anche le relazioni sociali, ci aspettano dei giorni particolari, ma la nostra community, che affonda le proprie radici sul senso di condivisione e di fiducia verso il prossimo, è già pronta a reagire in modo propositivo a questa emergenza, oltre che sanitaria, sociale”.

#Stayhome è il modo in cui comehome si è riorganizzata con l’obiettivo di invitare tutti a essere responsabili e a fare la cosa giusta per contrastare la diffusione del coronavirus. Bisogna stare a casa e limitare gli spostamenti, ma si può anche non dovere rinunciare alla socialità.

Comehome continua a connettere le persone nella vita reale, grazie al digitale, costruendo relazioni autentiche tra tutti quelli che amano condividere i propri interessi e le proprie passioni. In questo periodo gli utenti della piattaforma non si troveranno nelle case degli host, come avviene normalmente, ma in stanze virtuali.

L’idea è che gli host organizzino gli stayhome in videochiamata, creando format di ogni tipo e tutti i partecipanti potranno vedersi, conoscersi e divertirsi insieme ma ognuno da casa propria cucinando e cenando insieme, fare esercizio fisico, bere una birra, chiacchierare, giocare, ascoltare musica live, condividere passioni, scoprire nuove cose e fare nuove amicizie.

Più di 70 stayhome sono stati organizzati in meno di 48 ore dal lancio dell’iniziativa. Si potrà partecipare agli stayhome di Milano, Roma e Torino e in qualsiasi altra città d’Italia.  Tutti gli eventi in programma sono consultabili scaricando l’app comehome gratuita dagli store, o visitando il sito web www.comehome.fun. Ognuno avrà la possibilità di creare il suo format e partecipare, accreditandosi in pochi clic per poi scoprire il link della stanza dove collegarsi in compagnia degli altri comehomer.

Inoltre Comehome, con questa iniziativa, supporta Medici Senza Frontiere donando un euro per ogni accredito acquistato tramite la piattaforma, per tutti gli stayhome in programma fino al 3 aprile 2020.

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

18 marzo 2020


Articoli correlati
Video Consigliati
reply