Crowdinvesting in Italia 2020, boom specialmente nel real estate
Crowdinvesting boom, nonostante il Covid, e piace il real estate

Il quinto Report italiano sul Crowdinvesting realizzato dall’Osservatorio omonimo della School of Management del Politecnico di Milano registra investimenti in ambito crowdfunding per € 908 milioni: per l’esattezza € 159 milioni investiti attraverso i portali equity e € 749 milioni attraverso i portali lending (di cui € 410 milioni a persone fisiche e € 339 milioni a imprese).

Il lending crowdfunding ha raggiunto quota 749 (410 relativi a prestiti a persone fisiche e 339 a imprese) contro i 435 del 2019, a loro volta il doppio del 2018. Gli ultimi 12 mesi da soli hanno contribuito con la cifra record di 390,8 milioni di euro, 76,6 raccolti nell’equity (erano 49 l’anno precedente) e 314,2 nel lending (207), con un tasso di crescita relativo che non fa sfigurare l’Italia rispetto ad altri Stati europei, anche se il gap sui volumi si mantiene significativo. Va inoltre segnalata la sensibile crescita nel real estate: i portali di equity specializzati hanno erogato negli ultimi 12 mesi risorse per 19,5 milioni di euro, quelli di lending per 29,2 (48,7 milioni in totale), quasi triplicando rispetto al periodo precedente.

“Il crowdinvesting continua a crescere in Italia – è il commento di Giancarlo Giudici, Direttore Scientifico dell’Osservatorio – e si rivela come una fonte interessante di liquidità immediata nell’era del Covid19”.

 

 

WHITEPAPER
Quali sono i diversi approcci al Design Thinking e quali benefici producono?
CIO
Open Innovation

Nel calcolo del real estate manca probabilmente la campagna più ampia  mai realizzata da una piattaforma di crowdfunding immobiliare in Italia che si è aperta e conclusa nei giorni scorsi in sole 72 ore: sul portale Concrete Investing sono stati raccolti 3,3 milioni di euro per il progetto Washington Building,  un nuovo sviluppo residenziale di oltre 13.000 mq che verrà realizzato nell’ex impianto produttivo “Officine Fratelli Borletti” in Piazzale Irnerio a Milano.

L’Offerta, che ha coinvolto 207 investitori con un ticket medio di 16.000 euro, ha centrato il target massimo previsto di 3,3 milioni di euro, la quota più alta ad oggi raccolta per un progetto di real estate e la seconda raccolta più alta di equity crowdfunding mai realizzata nel nostro Paese.

“Questa raccolta conferma il forte interesse per una delle asset class preferite dagli italiani in tema di investimenti, cioè l’immobiliare. A maggior ragione in un periodo di incertezza come quello che stiamo vivendo, riscuotono successo operazioni con profilo rischio-rendimento ben bilanciato, che rispondono con attenzione agli interessi degli investitori e che sono posizionati in mercati ad alta resilienza, come il settore residenziale a Milano. Tutti aspetti che caratterizzano l’Offerta Washington Building. Dopo aver centrato questo importante primato per il settore del crowdfunding immobiliare italiano siamo pronti a presentare nuovi progetti che rispetteranno questi requisiti.ha commentato Lorenzo Pedotti, CEO di Concrete Investing.

Photo by Chronis Yan on Unsplash

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

23 Luglio 2020

Categorie:

Report


Articoli correlati
reply