biotech

Dompè sceglie ExoLab per la ricerca su esosomi vegetali

La startup è stata incaricata dalla società farmaceutica di sviluppare le potenzialità dell’utilizzo degli esosomi vegetali per il trasporto di sostanze all’interno del corpo umano

Pubblicato il 14 Nov 2023

Gli esosomi estratti dalle piante sono veri e propri “shuttle” in grado di trasportare sostanze fondamentali attraverso il corpo umano, rilasciandole in siti generalmente difficili da raggiungere e facilitando, in tal modo, il cross talk inter-celllulare.

È questa la conclusione delle ricerche effettuate da ExoLab Italia, startup focalizzata sullo sviluppo di integratori nutraceutici, prodotti cosmetici, farmaci e dispositivi medici basati su tecnologie esosomiali di origine vegetale.

Gli esosomi vegetali si distinguono per la loro capacità di fondersi con cellule e raggiungere facilmente gli spazi intercellulari, capacità grazie alla quale è garantita una maggiore efficienza del sistema di drug-delivery che potenzia l’efficacia della somministrazione del farmaco o di altre molecole sia a livello locale che sistemico.

L’accordo per sviluppare la ricerca

Il potenziale dirompente degli esosomi vegetali, ha convinto anche un leader globale del settore farmaceutico come Dompè farmaceutici la quale ha deciso di affidare ad ExoLab Italia lo sviluppo di un progetto di ricerca che si pone l’obiettivo di trasformare radicalmente il trattamento dei disturbi della pelle. Il frutto della ricerca così realizzata si concretizzerà nella produzione di molecole bioattive incapsulate in esosomi di origine vegetale in grado di distribuire il farmaco per via transdermica.

WHITEPAPER
Ecco il toolbox tecnologico di cui la tua azienda ha (molto) bisogno
Open Innovation
Startup

“Siamo molto entusiasti di questa partnership – dichiara in una nota la responsabile ricerca e sviluppo Mariantonia Logozzi -. Crediamo che collaborare con un partner strutturato e solido come Dompè porterà sicuramente ad un’esperienza di apprendimento benefica”. “In ExoLab Italia crediamo fortemente nella capacità degli esosomi come sistema di consegna dei farmaci – aggiunge Gabriele Campi, CEO di ExoLab –, stiamo infatti implementando la nostra pipeline interna con programmi mirati allo sviluppo di trattamenti per il melanoma e il glioblastoma, utilizzando gli esosomi come vettori sistemici”.

ExoLab Italia è stata fondata da Mariantonia Logozzi e Stefano Fais insieme a Valerio Carconi e Lorenzo Cilli nel 2020 e sviluppa innovativi blends di esosomi per creare cosmetici, nutraceutici e terapeutici per la cura della pelle, il benessere e l’oncologia, con una tecnologia basata sull’uso di esosomi di origine vegetale estratti da frutta e verdura biologica. Tali esosomi possono essere utilizzati sia come veicoli di integratori naturali e bioattivi, sia come potente sistema di somministrazione di farmaci quando vengono caricati con molecole di interesse di diversa natura, come proteine, peptidi, acidi nucleici e particelle virali. (Foto di Chris Abney su Unsplash )

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 2