EIT Digital Challenge 2019, aperte le candidature alle scaleup europee
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
EIT Digital Challenge 2019, sono aperte le candidature

Torna l’EIT Digital Challenge, il concorso per le imprese europee deep tech, ha aperto le application per l’edizione 2019. Visto anche il successo delle precedenti edizioni, qui abbiamo scritto di quella del 2018, si rinnova questa importante opportunità per le scaleup europee che se selezionata tra le dieci vincitrici riceveranno premo per un totale di 750mila euro tra finanziamenti e supporto non monetario.

Le scaleup, aziende quindi che sono già presenti sul mercato e rilevano consistenti ritmi di crescita possono candidarsi in una delle seguenti cinque categorie: Digital Tech, Digital Cities, Digital Cities, Digital Industry, Digital Wellbeing e Digital Finance entro il 14 giugno 2019 a questo link .

“Tra tutti i candidati al concorso, selezioneremo 25 aziende, cioè cinque per categoria, e le inviteremo a un evento esclusivo a Bruxelles, dove presenteremo la loro candidatura a una giuria di aziende e investitori di alto profilo”, afferma Dolf Wittkamper, responsabile dell’acceleratore digitale dell’EIT in una nota diffusa dall’organizzazione europea, che aggiunge: “durante l’evento saranno annunciati in totale 10 vincitori: in ogni categoria, la giuria sceglierà le due migliori aziende; entrambe riceveranno un anno intero di supporto personalizzato dall’acceleratore digitale dell’EIT, per un valore di 50mila euro. Inoltre, il primo vincitore di ogni categoria riceverà un premio in denaro di 50mila euro”.

Il concorso si concentra sulle scale-up “deep tech“, con un’offerta di prodotti differenziata che sfrutta tecnologie digitali sofisticate e difficili da riprodurre. “L’Europa ha una forte opportunità di svolgere un ruolo centrale nel settore digitale concentrandosi sulla tecnologia deep tech, che avrà un impatto su tutti i settori industriali. Con la sfida digitale dell’EIT, siamo determinati a individuare i migliori imprenditori europei ambiziosi e a sostenerli nella costruzione delle future società dominanti nelle tecnologie digitali”, afferma Chahab Nastar, Chief Innovation Officer dell’EIT Digital.

“L’EIT Digital Challenge è ideale per le aziende che hanno già una trazione significativa nel loro mercato nazionale e sono pronte ad espandersi a livello internazionale”, spiega Giuseppe Giordano, CEO di Enerbrain (che è stata anche una delle scaleup che ha partecipato alla missione Italian Innovation Days Series dello scorso marzo che ha fatto tappa a Singapore e Perth, Western Australia ) , premiato nell’EIT Digital Challenge 2018 e che si è unito all’Accelerator e che aggiunge: “il premio ci ha portato molta visibilità e ha aumentato la nostra reputazione, ma soprattutto l’EIT Digital Accelerator ci sta aiutando concretamente ad acquisire clienti e a raccogliere fondi in altri Paesi europei”.

L’acceleratore digitale dell’EIT è costituito da un team di circa 40 esperti di business developer e di raccolta fondi provenienti da 13 città di tutta Europa, oltre a un hub nella Silicon Valley. Dal 2012, l’acceleratore digitale dell’EIT ha supportato oltre 300 aziende in rapida crescita nel trovare novi clienti e raccogliere capitali.

Per candidarsi alla sfida digitale dell’EIT, le imprese devono soddisfare i seguenti criteri: devono avere sede in uno degli Stati membri dell’Unione Europea, devono essere in fase di crescita (da dimostrare mostrando un fatturato annuo di oltre 300mila euro o almeno 2 milioni di euro di finanziamento totale), e devono avere meno di dieci anni di vita. Dal suo lancio nel 2014, l’EIT Digital Challenge ha attirato più di 1 800 partecipanti provenienti da tutti i 28 paesi dell’UE. La maggior parte delle scale-up vincenti sono diventate aziende di successo a livello internazionale.

 

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

29 aprile 2019


Articoli correlati
Video Consigliati
reply