Fundraising

Equity crowdfunding, Mamacrowd continua a crescere, boom di utenti

100 milioni di raccolta totale e 100mila utenti iscritti: la piattaforma di equity crowdfunding continua anche in post pandemia a crescere e attirare nuovi investitori. “Vogliamo ampliare ulteriormente il network di investitori per studiare con loro soluzioni di investimenti all’avanguardia” dice il Ceo Dario Giudici

07 Ott 2021

L’equity crowdfunding in Italia nel 2021 ha raggiunto, fino a ora, un valore di circa € 104.690.000, secondo Mamacrowd, la più importante piattaforma italiana per investimenti in equity crowdfunding che di questo mercato copre attualmente il 37%. Mamacrowd quest’anno raggiunge risultati record sia dal punto di vista della raccolta media (+63% gennaio-agosto 2021) rispetto allo stesso periodo del 2020, sia dal punto di vista del numero di investimenti (oltre 18.000, contando tutte le campagne, ndr) che le conferiscono il primato assoluto in Italia.

Gestita da SiamoSoci, Mamacrowd ha avuto nel corso di questi anni una crescita continua, e il 2021, a dispetto della pandemia, si dimostra un anno da ricordare: raggiunti i primi 100 milioni di raccolta totale, un record nel panorama dell’equity crowdfunding, e i primi 100.000 utenti registrati. Centomila utenti registrati significa centomila potenziali investitori. Pure scremando i curiosi, si tratta di un numero consistente.

“Il 2021 è stato un anno di grande crescita per Mamacrowd – ha spiegato Dario Giudici, Ceo di Mamacrowd, in una nota stampa –  l’equity crowdfunding pur essendo una modalità di investimento relativamente giovane in Italia, si sta dimostrando, da un lato, una risorsa sempre più scelta da startup e PMI per la ricerca di nuovi capitali e, dall’altro, un modo di diversificare i propri investimenti da parte di tanti soggetti (istituzionali e non) che vedono le potenzialità ed i vantaggi di questo strumento. L’obiettivo per Mamacrowd ora è quello di continuare a diffondere la cultura dell’equity crowdfunding, diversificare i settori di provenienza delle startup e ampliare ulteriormente il network di investitori per studiare con loro soluzioni di investimenti all’avanguardia. Ad esempio, la collaborazione con Azimut è stata pioniera nel lanciare un ELTIF di venture capital che utilizza il nostro portale per ricercare startup e PMI nelle quali investire e ad oggi sono state selezionate già 13 startup”.

 

La collaborazione con Azimut di cui parla Dario Giudici è stata ufficializzata lo scorso marzo:  ALICrowd, il primo ELTIF di venture capital che utilizza anche il portale per ricercare le aziende oggetto di investimento grazie alla campagna (call for action) per start up e PMI innovative “Mama Fund & Crowd”.

Ricordiamo che gli Eltif – European long term investment fund – sono una categoria di fondi relativamente giovani, introdotti a livello europeo nel 2015 e diffusisi negli ultimi anni con l’obiettivo di fornire uno strumento in  più per investire sulle piccole imprese e le startup con unottica di medio e lungo periodo. Agli Eltif è applicabile l’agevolazione fiscale prevista per i Pir (piani individuali di risparmio).

Mamacrowd si rafforza nel real estate

Il settore immobiliare e i servizi di intermediazione ad esso collegati stanno vivendo da alcuni anni l’impatto della digital transformation, dando vita al cosiddetto ‘PropTech’, ambito in cui sono nate moltissime startup anche in Italia. In questo contesto si è andato sviluppando persino un modello di crowdfunding legato agli investimenti immobiliari, detto appunto ‘crowdfunding immobiliare’, uno strumento che permette di investire nel ‘mattone’ con una formula nuova.

WHITEPAPER
Crowdfunding: cos'è, come funziona e le migliori piattaforme

Proprio nel 2020 prima con la campagna G311 (raccolti oltre 2,7 milioni €), poi con la recente campagna di HomePal (raccolti € 2.4 milioni), Mamacrowd si è affacciata al real estate, rispondendo al crescente interesse per gli investitori.  La piattaforma ha deciso persino di rafforzare il team dedicato al real estate con l’ingresso di Davide Grossi che assume il ruolo di Head of Real Estate. Davide vanta una ventennale esperienza nel settore ed è docente presso l’Istao e l’Università di Bologna nei corsi di economia degli intermediari finanziari.

Altri settori che in quest’ultimo anno stanno dimostrando un grande potenziale e segnato campagne di successo, alcune ancora in corso, sono ad esempio:

  • sostenibilità (Lifegate, raccolti € 2 milioni– Be Green Tannery, raccolti € 400 mila)
  • mondo medicale (Prometheus, raccolto €1 milione)
  • e-commerce (Yokabè, raccolti €1.9 milioni – Fessura, raccolti €1.6 milioni)
  • food (Orapesce, raccolti € 1.2 milioni – Etilika, raccolti € 1.1 milioni – Jamin, raccolti € 660.000)
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3