Fintech, Satispay allarga il confine dei suoi servizi finanziari
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
Fintech, Satispay allarga il confine dei suoi servizi finanziari

Satispay, la scaleup italiana del fintech nata com ‘il whatsapp dei pagamenti’, va avanti con la sua crescita anche rispetto all’evoluzione dei servizi che offre.

Fondata nel gennaio del 2013 da Alberto DalmassoDario Brignone e Samuele Pinta, la società innovativa si è caratterizzata in questi anni, per la sua crescita: ha raccolto capitali per oltre 37 milioni di Euro (una cifra elevata per una startup made in Italy), di cui solo 18,3 milioni in un round ad aprile 2017. Il team conta al momento 65 dipendenti con un età media che si aggira intorno ai 30 anni; conta 340.000 utenti attivi e 44.000 punti vendita tra fisici, distribuiti in tutta Italia, e online che accettano pagamenti tramite l’app.

Fino a oggi Satispay poteva essere utilizzato per scambiare denaro con i contatti della propria rubrica telefonica, pagare presso esercenti fisici e online convenzionati, effettuare le ricariche telefoniche, pagare la Pubblica Amministrazione. Ora, coerentemente alla propria strategia illustrata fin dall’inizio di costruire servizi sulle innovative funzionalità di pagamento via mobile, Satispay attiva anche la nuova funzionalità “RISPARMI”.

Inserita nella sezione “Servizi”, al fianco di “Ricariche Telefoniche” e “Bollettini pagoPA” la nuova funzionalità “Risparmi” consente di creare più salvadanai e di alimentarli scegliendo tra diverse modalità:

 Spiccioli: per accantonare il resto di ogni pagamento arrotondato all’euro;
 Cashback: per mettere da parte il cashback ricevuto;
 Periodico: per selezionare un importo specifico da spostare nel salvadanaio in modo ricorrente.

A ogni singolo Salvadanaio è possibile dare un nome e un obiettivo di risparmio (ad esempio: “Vacanze Natale 2018 – €700” oppure “Palestra – €1200” – “Regalo fidanzata – €300” o ancora “Bicicletta – €2000”) e con questi aiutarsi nella gestione delle spese ricorrenti o straordinarie. La funzionalità “RISPARMI” è estremamente flessibile e consente di gestire i salvadanai spostando il denaro da uno all’altro, caricandolo una tantum con importi specifici o riportandolo all’occorrenza sul budget settimanale.

Alberto Dalmasso, CEO e co-founder di Satispay, ha dichiarato: “La funzione Risparmi è un punto cruciale nella nostra strategia di sviluppo. Come abbiamo sempre detto ci focalizziamo sui pagamenti per costruire su questi altri servizi a valore aggiunto. Se oggi la possibilità di crearsi diversi Salvadanai risponde a un’esigenza base della nostra community, il risparmio a breve termine, presto consentirà loro di pensare a un futuro più lontano, aderendo a un servizio di previdenza, un’assicurazione o a un fondo di risparmio gestito, in un percorso che vuole arrivare presto a rendere semplici e accessibili tutti i servizi finanziari”.

 

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

02 agosto 2018


Articoli correlati
reply