investimenti

Fiscozen, investimento da 8 milioni di euro

La scaleup che offre servizi per le partite IVA chiude un round con gli olandesi di Keen Venture Partners e United Ventures

Pubblicato il 21 Dic 2022

Il team di Fiscozen

Fiscozen, la fintech italiana che si propone di semplificare la gestione della partita IVA, annuncia di avere chiuso un round di investimento da 8 milioni di euro guidato da Keen Venture Partners, fondo internazionale di venture capital basato in Olanda. Il round vede inoltre la partecipazione di United Ventures che aveva guidato nel 2020 il primo round di Fiscozen.

Fiscozen nasce a Milano alla fine del 2017 con la missione di semplificare le complessità fiscali per le oltre tre milioni di partite IVA presenti in Italia. Delle cinque milioni di attività economiche registrate in Italia, oltre tre milioni sono infatti attività individuali di liberi professionisti, artigiani e commercianti. Queste persone rappresentano il cuore dell’economia italiana, ma sono anche quelle che devono affrontare la burocrazia più complessa e intransigente per lavorare nel rispetto delle regole.

Le partite IVA, per esempio, si confrontano regolarmente con innumerevoli obblighi fiscali, come la fatturazione elettronica e la dichiarazione dei redditi, che possono essere di oltre 200 tipi diversi nell’arco dell’anno. Anche i commercialisti, nonostante investano continuamente in formazione e siano sempre aggiornati sul fisco, si trovano spesso a dedicare più tempo alle scadenze amministrative che alla consulenza del cliente.

A supporto delle partite IVA

Fiscozen è la soluzione che aiuta entrambi i soggetti. La app di Fiscozen offre la semplicità del web, permettendo alle partite IVA di avere visibilità su tasse e scadenze future e di completare adempimenti tediosi con pochi clic. Inoltre, le partite IVA hanno sempre a disposizione un consulente in chat da cui ottenere chiarimenti in tempo reale. Dall’altra parte, i commercialisti che diventano partner di Fiscozen hanno a disposizione una piattaforma software che automatizza tutte le attività ripetitive, liberando tempo per coltivare la relazione col cliente.

partecipa al webinar
Tornano i Digital360 Awards, il contest di innovazione digitale per imprese e PA. Scopri le novità
CIO
Digital Transformation

Fiscozen ha iniziato a eliminare la burocrazia dalle imprese italiane nel 2018 ed è stata premiata da migliaia di recensioni entusiaste ricevute dai suoi utenti. Con questo nuovo round di finanziamento, Fiscozen potrà rafforzare la sua piattaforma con investimenti in tecnologia e marketing, e continuare il suo lavoro di semplificazione del fisco per le partite IVA in Italia.

Enrico Mattiazzi e Vito Lomele, fondatori di Fiscozen dicono in una nota: “Il futuro dell’Italia è nelle mani di chi fa impresa, creando ricchezza e posti di lavoro. Con la nostra tecnologia rimuoveremo gli ostacoli burocratici per gli imprenditori e li aiuteremo ad avere successo nei propri progetti. Eliminando la burocrazia, renderemo l’Italia una nazione efficiente e competitiva, che valorizza il talento e l’iniziativa delle persone.”

Paolo Gesess, managing partner di United Ventures aggiunge: “Fiscozen è una dimostrazione calzante della nostra tesi di investire in aziende che utilizzano la tecnologia per migliorare la vita delle persone. Siamo soddisfatti che il nostro primo investimento in Fiscozen completato all’inizio del 2020 abbia consentito alla società di crescere fino a 10 volte. Siamo altrettanto orgogliosi di sostenere il futuro percorso della società, insieme a investitori internazionali qualificati.”

Briehan Burke, general partner di Keen Venture Partners sottolinea: “Crediamo che il mercato italiano offra grandi opportunità di investimento, specialmente se guardiamo alle soluzioni per le piccole e medie imprese. Vista la crescita dimostrata nei primi anni, siamo convinti che Fiscozen potrà svilupparsi in una grande realtà imprenditoriale e giocare un ruolo chiave nel rendere le imprese italiane più competitive.”

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4