acquisizioni

Formazione universitaria, 700+ Club acquisita da Alpha Test

Il settore dei test standardizzati per l’ammissione a università ed MBA offre opportunità di crescita per Alpha Test, casa editrice e società specializzata nella preparazione degli studenti che sogna un hub europeo digitale

17 Giu 2021

Alpha Test, casa editrice e società specializzata nella preparazione degli studenti ai test di ammissione alle Università, si prepara all’espansione internazionale e punta a costituire un hub europeo, fortemente digitale, dedicato alla formazione e alla preparazione top level per test universitari, concorsi e figure professionali del settore digitale. Una strategia di crescita, ha spiegato in una nota stampa Giuseppe Cavallaro, Head of Business Development di Alpha Test, che prevede un processo di aggregazione e consolidamento nel settore Education, ancora molto frammentato in Europa. Acquisizioni dunque, questa è la strategia “puntiamo a chiudere diverse operazioni di acquisizione entro fine 2021” dice Cavallaro.

Si parte subito con l’acquisisce della maggioranza di 700+ Club, startup  specializzata nella formazione per i test standardizzati GMAT, GRE, SAT, IELTS per l’accesso alle Università, Business School ed MBA più competitivi a livello internazionale.

Renato Sironi, co-founder e AD di Alpha Test, sottolinea in una nota stampa: “Con questa prima acquisizione miriamo ora a posizionarci, anche a livello europeo, come punto di riferimento nel nostro segmento di mercato; per questo guardiamo a realtà con i più alti standard di qualità nel loro settore di riferimentoe 700+ Club in questo rappresenta un’eccellenza: il 99,8% degli studenti raggiunge infatti l’obiettivo di punteggio desiderato”.

Renato Sironi, co-founder e AD di Alpha Test
Renato Sironi, co-founder e AD di Alpha Test

Alpha Test si è sviluppata negli anni consolidando la propria posizione di leadership nel segmento di mercato di riferimento con 3.000 corsi svolti finora, oltre 100.000 studenti preparati e circa 600mila copie di manuali vendute ogni anno; la società ha chiuso il 2020 con un fatturato di € 15 milioni e punta a raddoppiare i ricavi entro il 2023.

 700+ Club, una startup che facilita la formazione universitaria

700+ Club ha appena due anni di vita, è nata nel 2019 ad opera di Lana Silanteva, avvocatessa russa, e Anshul Bhat, ingegnere indiano, che si sono conosciuti nel 2011 frequentando entrambi l’MBA del Politecnico di Milano.

WHITEPAPER
Contact Center as a Service: benefici concreti per tutte le imprese
Cloud
Networking

Dalla loro diretta esperienza nasce l’idea di una piattaforma che aiutasse gli studenti e i laureati ambiziosi a prepararsi al meglio per superare i test ed entrare nelle migliore scuole internazionali. Ad oggi,  ha già preparato centinaia di studenti per le migliori Business School italiane (Bocconi e Politecnico di Milano), europee (INSEAD, HEC, London Business School, LSE, Cambridge, Imperial College, ESADE) e statunitensi (Stanford, MIT, Harvard, Columbia).

Lana Silanteva, avvocatessa russa, e Anshul Bhat, ingegnere indiano, i cofounder startup 700+club
Lana Silanteva, avvocatessa russa, e Anshul Bhat, ingegnere indiano, i cofounder startup 700+club. Si sono conosciuti nel 2011 frequentando entrambi l’MBA del Politecnico di Milano.

“Dopo l’MBA – dichiara Silanteva – abbiamo deciso di fermarci in Italia e investire in un progetto che guarda all’Europa: una realtà di formazione di qualità, appositamente pensata per gli studenti delle scuole superiori e universitari che mirano a punteggi elevati per accedere ai migliori corsi internazionali e dare una svolta alla loro carriera. Noi mettiamo a loro disposizione strumenti di preparazione personalizzati che valorizzano il potenziale individuale e consentono di raggiungere gli ambiziosi obiettivi desiderati. Non a caso, il nome della società fa riferimento al punteggio del test GMAT utile per entrare nelle migliori Business School internazionali”.

Commenta Anshul Bhat: “Siamo orgogliosi di entrare a far parte di Alpha Test; questa acquisizione ci supporterà in un’ulteriore evoluzione del nostro modello di business: stiamo infatti già lavorando a un portale proprietario per tutti i corsi offerti e a una piattaforma di e-learning innovativa che possa migliorare l’esperienza di apprendimento e potenziarne l’efficacia”.

 

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2