Hi-Talk, le idee prendono la forma dell'innovazione - Startupbusiness
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK
Hi-Talk, le idee prendono la forma dell'innovazione
 
Si chiamano Marie Gabrielle de Weck e Akiko Gonda e hanno dato vita a un nuovo format di evento che si propone di far girare idee coinvolgendo persone e personaggi che nella vita si occupano delle attività più diverse: dal chirurgo specializzato in trapianti di organi all’artista di strada, dal giornalista scrittore al manager, dal giovane imprenditore innovativo al pittore.
 
 
 
Le due ideatrici del progetto che si chiama HIT (High Idea Talk), mentre gli eventi si chiamano Hi-Talk, hanno iniziato a lavorare all’idea nella primavera scorsa e facendo leva sulle loro precedenti esperienze nell’organizzazione di eventi hanno realizzato una sorta di anteprima il 28 maggio scorso invitando persone come Cristiano Seganfreddo (Progetto Marzotto e Corriere innovazione) e Margherita Marzotto (smART). 
 
Il primo Hi-Talk si è svolto il 4 giugno, sempre presso la sede di Luiss Enlabs all’interno della stazione Termini di Roma, hanno partecipato l’imprenditore Federico De Cerchio, Luciana Delle Donne di Made in Carcere, il giornalista Gianluca di Feo, il fotografo Maurizo Galimberti, l’artista Mauro Pallotta e Patrizia Tomasich fondatrice di Explora in veste di relatori e si sono iscritte all’evento oltre 120 persone. 
 
“Il format prevede sei speaker – spiega Marie Gabrielle de Weck – che si alternano sul palco, ognuno ha 12 minuti a disposizione per parlare di ciò che desidera nella massima libertà. Unico obbligo per ogni speaker è quello di chiamare, alla fine del talk sempre dal palco, una persona di sua scelta da invitare pubblicamente a parlare all’evento successivo”.
 
Gli interventi dei relatori sono preceduti da una degustazione di vini che H-Talk organizza con il supporto di WineOWine, startup che vede tramite internet i vini delle piccole cantine e che è incubata presso Luiss Enlabs. 
 
“Nella prima edizione il wine tasting lo abbiamo fatto a metà dell’evento, dopo i primi tre talk – aggiunte Marie Gabrielle – ma per l’evento prossimo in programma il 25 settembre lo faremo prima perché crediamo che così sia più efficace per favorire il networking anche prima dei talk. Naturalmente anche al termine dei talk ci sarà la possibilità di fare networking e anche di dialogare con gli speaker”. Gli speaker invitati il 25 settembre sono il medico chirurgo Fatima Della Pietra, il matematico Roberto Natalini, lo scrittore Roberto Costantini, la social media analyst Emanuela Zaccone, l’attore Frank Messina e il giornalista Tommaso Cerno
 
Il pubblico che ha partecipato ai primi Hi-Talk era composto sopratutto da studenti, professionisti, imprenditori interessati all’innovazione ma ha attirato l’attenzione anche di chi si occupa di cibo e vino. La formula ideata da Marie Gabrielle e Akiko pone attenzione anche alla sostenibilità offrendo uno sconto sul prezzo del biglietto, che è di 12 euro ma fino a 25 anni non si paga, di 2 euro per chi porta il suo bicchiere da casa per la degustazione, questo per limitare l’impatto ambientale e creare un’atmosfera ancora più di condivisione e di incontro. 
 
L’evento che ha già anche attirato l’attenzione e l’adesione dei primi sponsor è nei piani delle due ideatrici destinato a crescere: “al momento abbiamo in programma di organizzare un Hi-Talk ogni due mesi – conclude Marie Gabrielle – ma stiamo già pensando a edizioni speciali e a organizzare anche in altre città”.

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

18 settembre 2014

Categorie:

Notizie


Articoli correlati
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply