investimenti

Inpoi chiude un round pre-seed da 350mila euro

La startup prop tech nata in seno allo Startup Studio Mamazen nomina Danilo Tardino al ruolo di CEO

26 Apr 2022

Inpoi startup prop tech lanciata dallo Startup Studio Mamazen  annuncia di avere chiuso un primo round di investimento e di avere nominato Danilo Tardino al ruolo CEO. La startup nata a fine 2019 supporta sia le agenzie e i proprietari aiutando le prime a digitalizzarsi e i secondi a gestire i propri beni, oggi conta oltre 100 agenzie partner e oltre 170mila valutazioni immobiliari effettuate. Il round chiuso è di tipo pre-seed e ha un valore pari a 350mila euro di cui 150mila euro come convertibile da investitori provenienti dal settore immobiliare.

L’investimento servirà ad Inpoi per continuare la propria espansione al fine di coprire l’intero territorio nazionale e per proseguire lo sviluppo tecnologico delle strutture a supporto della rete di agenti immobiliari.

“Inpoi è uno degli esempi di come una startup nata in uno Startup Studio sia in grado di crescere e affermarsi sul mercato rapidamente, fino a intercettare l’interesse di investitori di rilievo. Alla base della creazione di una startup da parte dello Startup Studio c’è sempre la certezza di rispondere ad un reale bisogno del mercato, in questo caso testimoniato dalle oltre 100 agenzie immobiliari che hanno aderito a Inpoi e le 170mila valutazioni effettuate fino a oggi”,  spiega in una nota Farhad Alessandro Mohammadi, CEO e fondatore di Mamazen.

Classe 1972, Danilo Tardino si è laureato in Architettura presso l’Università degli Studi di Palermo e ha conseguito successivamente un Master di secondo livello in Design Strategico presso il Politecnico di Milano. Interessato fin dagli studi al settore del Real Estate, per la tesi del master ha sviluppato un modello innovativo di franchising immobiliare insieme a Pirelli RE che ha coinvolto 600 agenzie e siglato oltre 1000 contratti.

Danilo Tardino si è laureato in Architettura presso l’Università degli Studi di Palermo e ha conseguito successivamente un Master di secondo livello in Design Strategico presso il Politecnico di Milano, ha alternato esperienze di gestione patrimoniale per realtà come Pirelli RE, Deutsche Bank e SIRTI a periodi in società di consulenza o di servizi con particolare focus nel settore Corporate Real Estate. Dal 2019 al 2021 ha ricoperto il ruolo di amministratore delegato di Roger Group. Nel 2007 ha fondato REIMA (Real Estate Italian Manager Association) di cui ha ricoperto il ruolo di presidente, negli anni successivi entrato nel consiglio di ASPESI. Nel 2012 compare tra i fondatori di Federimmobiliare e dal 2014 presidente Onorario di Real Estate Italian Young Manager Association. Attualmente è membro attivo del Comitato Real Estate 4.0.

“Sono fermamente convinto che il settore immobiliare si appresti a entrare sempre di più nell’era digitale e che sia fondamentale affiancare i professionisti del settore con tool che permettano di rendere efficienti i processi e migliorare le performance – afferma Danilo Tardino – Inpoi interpreta la direzione che il settore sta prendendo e sono quindi veramente orgoglioso di assumere il ruolo di amministratore delegato di una realtà tanto innovativa”. (Photo by CHUTTERSNAP on Unsplash )

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3