Intesa Sanpaolo si rafforza nel fintech, 7mln al geniale MATIPAY
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
Intesa Sanpaolo si rafforza nel fintech, 7m€ a MatiPay

“Riteniamo che l’innovazione sia un elemento chiave per garantire la competitività del sistema economico – afferma Carlo Messina, CEO e Consigliere Delegato di Intesa Sanpaolo – e il Corporate Venture Capital, nell’ecosistema degli innovatori, è un modello di crescita globale, che valorizza la tecnologia e l’iniziativa imprenditoriale, soprattutto dei più giovani. MatiPay ne è l’esempio, si tratta di un partner dalle grandi potenzialità in ambito fintech che potrà contribuire ad accelerare la leadership nei sistemi di pagamento digitali del nostro Gruppo. Questo progetto apre una nuova prospettiva strategica perché valorizza il DNA di tre generazioni di innovatori – in settori chiave come aerospazio, railway e internet of things -, realizza il sogno di un giovane imprenditore di sviluppare nel suo territorio nuove tecnologie da portare nel mondo e investe in una terra ricca di valori dove tradizione e innovazione possono rappresentare un esempio da replicare per la crescita del Paese”. 

Il Gruppo Intesa Sanpaolo annuncia così l’investimento di 7 milioni di euro realizzato per entrare nel capitale di MatiPay, startup fintech fondata da Matteo Pertosa e nata nella divisione IOT di Sitael, facente parte del Gruppo Angel. L’operazione è stata realizzata attraverso Neva Finventures, il Corporate Venture Capital che fa capo a Intesa Sanpaolo Innovation Center – società del gruppo bancario presieduta da Maurizio Montagnese e diretta da Giudo de Vecchi – e che investe in società fintech e in startup che intendono entrare in nuovi mercati e settori chiave quali la circular economy e data-driven economy. 

Cosa fa MatiPay

MatiPay è una soluzione molto intelligente che sta applicando il concetto di digital transformation all’industria della distribuzione automatica. Ha sviluppato un nuovo sistema di pagamento che consente di acquistare con cash servizi e prodotti online, utilizzando la rete fisica dei lettori di banconote e gettoniere delle vending machine.  

In sintesi, consente di sostituire l’attuale chiavetta “fisica” utilizzata alle macchinette con un wallet digitale installato sullo smartphone degli utilizzatori, ma soprattutto (questo forse è l’aspetto più innovativo) di usare il distributore come cassa per il deposito di contanti, che verranno poi trasferiti virtualmente nel wallet. MatiPay permette quindi non solo di dare una nuova feature alle vending machine, e trasformarle in un ponte verso il mobile banking; ma anche di raggiungere clienti non bancarizzati, quali ad esempio i più giovani che non possiedono ancora una carta di credito.

La tecnologia MatiPay, applicata ai distributori automatici e combinata con la piattaforma di Intelligenza Artificiale ed un gestionale dedicato, è in grado di potenziare il volume di affari dei gestori che operano nell’industria delle Vending Machine e di offrire ai clienti finali nuovi servizi come il pagamento di beni digitali attraverso i contanti.

“Le risorse finanziare messe in campo, aiuteranno il percorso di crescita internazionale di MatiPay – afferma Matteo Pertosa, CEO di Sitael e MatiPay -. Abbiamo scelto Intesa Sanpaolo sia per la partnership industriale, sia per la sintonia che abbiamo ritrovato nei valori manageriali, che fanno di Intesa una banca che affianca l’ecosistema imprenditoriale nella crescita dell’economia reale”. 

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

09 ottobre 2019


Articoli correlati
Video Consigliati
reply