investimenti

Investimento da 1,2 milioni di euro per ARCA Dynamics

La spacetech che rileva i detriti spaziali, chiude il round con la partecipazione di CDP VC, l’acceleratore Takeoff, Galaxia e Vento di Exor Venures

Pubblicato il 20 Ott 2023

ARCA Dynamics fa sapere di avere chiuso un round pre-seed da 1,2 milioni di euro grazie al contributo sinergico dei due veicoli dedicati allo sviluppo di nuove imprese nel settore dell’aerospazio lanciati da CDP Venture Capital: l’Acceleratore Takeoff, che ha selezionato la società nel suo primo batch e che ora rinnova la fiducia nella direzione dei fondatori con questo follow-on post accelerazione e il Polo Nazionale di Trasferimento Tecnologico Galaxia, dedicato a investimenti in nuove imprese nate dalla ricerca scientifica cui si aggiunge il contributo di Vento, Italian chapter di Exor Ventures.

ARCA Dynamics è una società romana nata nel 2016 che ha brevettato un innovativo sistema di osservazione da satellite per il rilevamento e monitoraggio di detriti fino a dimensioni ridotte del millimetro. Grazie allo sfruttamento di diversi sensori sviluppati in-house ARCA Dynamics è in grado di scrutare continuamente lo spazio con la propria costellazione di nanosatelliti fornendo alle società del settore informazioni della cosiddetta Space Situational Awareness e cioè quelle informazioni dell’ambiente spaziale fondamentali ad operare in sicurezza i propri satelliti.

Due lanci già effettuati

Dopo essere stata incubata in ESA Bic Lazio, ARCA Dynamics è stata accelerata da Takeoff, che, oltre a CDP Venture Capital coinvolge i promotori e co-investitori Fondazione CRT tramite Fondazione Sviluppo e Crescita e UniCredit, insieme a Plug and Play (co-investitore e gestore operativo del programma), e che ha come innovation and networking partner le OGR Torino.
In parallelo, la società ha testato il primo satellite proprietario in orbita attraverso il lancio di VegaC a luglio 2022 e il secondo con SpaceX ad aprile 2023.

WHITEPAPER
Crowdfunding: cos'è, come funziona e le migliori piattaforme

Le nuove risorse consentiranno ora ad ARCA Dynamics di testare la propria soluzione in orbita nel breve periodo e continuare lo sviluppo hardware della costellazione, collocandosi nella più ampia fase di raccolta destinata a consolidare la strategia di crescita che la società sta perseguendo per sostenere l’ingresso nel mercato dell’acquisizione e commercializzazione di dati relativi al traffico spaziale che aprirà ad un mercato innovativo ancora in fase di sviluppo ad altissimo potenziale.
“Siamo orgogliosi di essere la prima azienda innovativa a rappresentare il nostro Paese nella corsa globale alla risoluzione del problema della mappatura e monitoraggio dei detriti spaziali, anche i più piccoli, direttamente da satellite. Questa impresa è il frutto di anni di studi, sviluppi di laboratorio ed esperienza nel settore di giovani che hanno creduto nelle capacità del sistema Paese e di cui contiamo di diventarne presto un vanto”, commenta in una nota Daniele Luchena, CEO e co-fondatore di ARCA Dynamics.

L’ingresso dei nuovi Soci rappresenta per ARCA Dynamics l’acquisizione di nuovi strumenti sia per proiettarsi verso il mercato sia verso nuovi partner tecnici e commerciali, assicurando la continuità nell’azione intrapresa fin dalla sua fondazione, che si basa sulla coerenza, sostenibilità e sulle competenze di un team con consolidate competenze tecnologiche e di business.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 2