ecosistema

Invitalia, 1,25 milioni di euro alle startup del Mezzogiorno

Il bando Bravo Innovation Hub è aperto fino al 4 novembre 2022 e si sviluppa a Brindisi, Palermo e Cagliari

06 Ott 2022

Invitalia lancia un nuovo bando: Bravo Innovation Hub, con una dotazione di 1 milione e 250 mila euro destinato alle startup innovative del Mezzogiorno.

Il bando prevede un totale di 5 nuovi programmi di accelerazione. I programmi saranno progettati presso gli hub innovativi di Brindisi, Palermo e Cagliari. Avranno una durata di 8-12 settimane e saranno destinati ognuno a 10 startup dei seguenti settori: tecnologie per transizione 4.0; turismo, cultura, wellness e sostenibilità; new energy, green e clean tech; inclusione, impatto sociale e salute; mobilità green e smart city.

La scadenza per la presentazione è il 4 novembre 2022 e la domanda dovrà essere presentata tramite la piattaforma Ingate di Invitalia.

Bravo Innovation Hub è finanziato dal PON Imprese e Competitività 2014-2020 (Asse React EU), i Programmi operativi nazionali voluti dalla politica di coesione dell’Unione europea per il periodo di programmazione 2014-2020, attraverso l’implementazione dei Fondi strutturali e d’investimento europei (Fondi SIE).

Nel periodo 2014-2020 per l’Italia sono stati approvati dalla Commissione europea 12 PON, di cui 7 monofondo e 5 plurifondo, in particolare: Governance e Capacità Istituzionale (FESR/FSE); Città Metropolitane (FESR/FSE); Cultura e Sviluppo (FESR); Ricerca e Innovazione (FESR/FSE); Sistemi di politiche attive per l’occupazione (FSE); Inclusione (FSE); Per la Scuola – Competenze e ambienti per l’apprendimento (FESR/FSE); Imprese e Competitività (FESR); Iniziativa PMI (FESR); Infrastrutture e Reti (FESR); Iniziativa Occupazione Giovani (FSE); Legalità (FESR/FSE).

Il PON Imprese e competitività, Iniziativa PMI ha una dotazione finanziaria di circa 2,498 miliardi di euro di cui 473.187.157 milioni di euro destinati al settore dell’innovazione.

L’Hub di Brindisi è uno degli acceleratori di Invitalia destinato alle imprese più innovative del Mezzogiorno e da sempre si rivolge ad acceleratori, imprese, organizzazioni senza scopo di lucro, università, centri di ricerca, anche in forma associata o di raggruppamento. (Photo by Laura Lugaresi on Unsplash )

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3