Sistema Paese

Le startup del travel tech pronte al rilancio

Il Travel investor day di Associazione startup turismo mette in mostra dodici startup che cercano finanziamenti per crescere

02 Apr 2022

Il turismo è più vivo che mai e così anche le startup del travel tech. Si è visto in occasione del Travel Investor Day organizzato da Associazione startup turismo e che ha visto presentarsi dodici startup tutte con business già avviati o promettenti e tutte proposta da imprenditori con idee molto chiare e altrettanto chiara visione del settore in cui operano. 

“Il Travel Investor Day è l’ultimo gradino di un processo di selezione delle startup – dice Karin Venneri, presidentessa dell’Associazione – 90 sono le startup che si sono candidate per, 30 quelle preselezionate e 12 quelle scelte da presentare agli investitori. Associazione startup turismo aiuta le startup a creare un networking capace di offrire opportunità di business match e fundraising ma è anche un servizio attivo per la promozione e la formazione”. 

karin venneri
Karin Venneri, presidentessa Associazione startup turismo

L’Associazione supporta le startup anche nelle fasi di crescita e di internazionalizzazione ed è sensibile al sostegno del settore da parte degli attori dell’ecosistema in particolare quelli di tipo finanziario e industriale: “in questa fase è fondamentale non trascurare quella fascia di investimento considerata seed che ci permette di sostenere le imprese in fase nascente e nelle prime fasi di sviluppo e quindi di continuare a creare un bacino di startup promettenti che possono alimentare il settore e diventare poi grandi dando al Paese quel ruolo che si merita anche a livello internazionale nel settore del turismo”, aggiunge Venneri.  

Le dodici startup

Chipango è una piattaforma di co-traveling e sharing economy dedicata a viaggiatori in cerca di compagni, rendendo possibile l’organizzazione senza tour operator spiega il CEO Alberto Benedetti. Attualmente la piattaforma offre circa 800 diversi viaggi e applica un modello B2B2C, verso il business col fine della vendita e promozione di servizi attraverso la piattaforma e verso il cliente finale proponendo un sistema facile e innovativo per viaggiare in compagnia. Il target è quello dei millennial che attualmente ricoprono il 75% dei viaggiatori, un mercato in crescita. La richiesta di founding è di 300mila euro con l’intenzione di consolidare il club di iscritti e la brand awarness ma soprattutto per migliorare l’algoritmo AI di matching fondato sui dati forniti dagli iscritti.

WHITEPAPER
Vuoi lanciare la tua Startup? Ti sveliamo i 4 motivi per cui dovresti utilizzare HubSpot
Startup
Inbound

Riccardo Sedola CEO di Cyclando racconta la startup dedicata ai viaggiatori ciclisti, mette in luce la problematica della difficoltà nella prenotazione dei servizi destinati ai ciclisti a oggi ancora frammentati. Cyclando è una piattaforma che aggrega e confronta servizi, è quindi destinata sia ad aziende sia ai clienti finali, i quali possono reperire tutti i servizi necessari tramite un solo passaggio. Il cicloturismo è un mercato in crescita e per ora privo di tour operator efficienti quindi con poca competizione. Tra il 2020 e il 2021 il fatturato transato è salito da 76mila euro a 251mila euro e la richiesta è di un round da 300mila euro da destinare principalmente al miglioramento della piattaforma.

Co-fondatore di Freedome è Michele Mezzanzanica, che spiega come Freedome sia il nuovo marketplace di attività outdoor. Proponendo attualmente più di 1.600 esperienze offerte da 500 operatori professionali, 34mila persone hanno già scelto Freedome per prenotare e vivere avventure, di cui 25mila nel 2021 per un totale di 1,7 milioni di euro gestiti in prenotazioni nell’anno. Il sistema si configura in ricerca, confronto e scelta. La richiesta di finanziamento è di 2milioni di euro utili al miglioramento della piattaforma e alla crescita dei servizi disponibili.

Group reservation system è una piattaforma dedicata all’hospitality per i gruppi, Paolo Medeghini, CEO, mette in luce il problema della difficoltà che incontrano i gruppi nel fare prenotazioni, attualmente è possibile prenotare hotel o tour operator solo inoltrando richieste specifiche per gruppi con più di 10 persone, quello che propone la startup è organizzare banche dati di hotel e tour operator così da ridurre i costi e aumentare la capacità distributiva, la piattaforma prevede una quota associativa per i tour operator e per gli hotel e ha avuto un periodo di prova di due anni nel quale sono state testate le funzionalità e il fundraising da 500mila euro richiesto è indirizzato allo sviluppo del software per hotel e tour operator e al marketing. I gruppi target sono quelli con più di 10 persone come per esempio le scuole, i viaggi religiosi, i viaggi avventura.

Hq Village è improntata a valorizzare i piccoli borghi italiani come luoghi di smart working Silvia De Angeli co-CEO della startup presenta gli attuali obiettivi raggiunti come l’adesione di più di 150 borghi, la startup nasce prima del covid ma grazie alla pandemia che ha spinto il remote wolring è riuscita a raggiugnere un traguardo significativo. La piattaforma consente di prenotare sia il soggiorno sia lo spazio di lavoro in un borgo italiano tra quelli disponibili, il software consente anche la raccolta dati che miglioreranno offerta ed è società benefit perché persegue gli obiettivi di sostenibilità nell’Onu rispetto al benessere di luoghi e persone, le prenotazioni sono indirizzate alla ricerca di luoghi funzionali per un periodo medio lungo. 

Francesco Nazari Fusetti CEO di Meeters startup dedicata a clienti in cerca di socializzazione e condivisione di esperienze di vario genere: da cene a viaggi di più giorni, la starutp si presenta come experience provider e tour operator perché è possibile sia conoscere e chattare con persone ma anche prenotare effettivamente tramite una ticketing platform eventi e viaggi, principalmente è diretta a esperienze sul territorio per locali e turisti e il pubblico attuale è per la maggior parte di fascia di età sopra i 60 anni. La piattaforma prevede una membership di 29 euro all’anno ai quali si aggiungono i costi a seconda dell’esperienza scelta. Meeters punta a espandersi in tutta Europa e ha attualmente già un progetto pilota a Madrid, la richiesta di fondi è di 500mila euro in convertibile finalizzati al miglioramento dell’applicazione . 

Massimiliano La Rocca è il CEO di Miravilius che propone esperienze di viaggio in diretta digitali con più di 300 destinazioni e guide professionali formate dalla Guide Academy di Miravilius. Al cliente è destinata l’esperienza del viaggio virtuale che costa a partire da 5 euro , attualmente oltre agli iscritti singoli e alle aziende ci sono attive anche azioni di co-marketing come quelle con Flixbus e con Amplifon, quest’ultima dedicata a organizzare viaggi digitali in diretta per gli ospiti delle case di riposo. La richiesta di 500mila euro in convertibile è indirizzata alla creazione di una piattaforma autonoma di streaming e poi un app per smartphone. Le guide percepiscono 80 euro per ogni live.

Overbooking è una piattaforma dedicata alle strutture principalmente hotel e B and B per la gestione rapida ed efficace delle prenotazioni in overbooking, Fabio Spadafora CEO della startup descrive la piattaforma come utile sia alla tutela dell’ospite e della sua prenotazione e anche dell’albergo aumentando il tasso di occupazione e gestendo i problemi di overbooking che sono dati da tre cause: errori tecnici del sistema, errori umani di registrazione delle prenotazioni e strategie di marketing degli hotel che non sempre funzionano a dovere. La startup offre anche un plug in che permette alla struttura la revisione dei dati e offre suggerimenti strategici, per le strutture che aderiscono la quota associativa è di 69 euro se si detiene un solo hotel e di 99 se si hanno più strutture, il funding richiesto è di 500mila euro da indirizzare a marketing e vendite. 

Andrea Gambini CEO di Pemcards racconta la soluzione innovativa della sua startup in ambito mad tech che permette al consumatore finale di trasformare le foto scattate da smartphone in reali cartoline cartacee e di inviarle in tutto il mondo. Il costo di un singolo invio è di 2,99 euro mentre un’azienda che desidera usare il servizio per farsi promozione può acquistare un minimo di mille crediti per 2450 euro. La richiesta di finanziamento è di 450mila euro. 

Daniela Primerano, chief communication officer di Toratora spiega come la piattaforma è un e-commerce che organizza viaggi a sorpresa con pacchetti completi di cui si conosce solo la data e il luogo di partenza fino alla settimana prima in cui si scopre anche il luogo di destinazione, il pacchetto base costa 179 euro e prevede 3 giorni e 2 notti in Europa con volo e hotel l’offerta si completa con eventuali servizi aggiuntivi che possono essere acquistati in ogni momento e vengono proposti dalla piattaforma stessa, il target è quello dei 18-35 anni. Esistono anche voucher e un pacchetto estate per viaggi da 15 notti, l’AI del software raccogliendo i dati nel database scarta automaticamente i luoghi in cui un utente si è già recato. La startup cerca nu milioni di euro del quale il 35% sarà destinato all’IT, il 45% al marketing e il 20% ai servizi.

Tela è presentata da Vincenzo Abbattantuoni CFO, è un Saas dedicato alla gestione e digitalizzazione dei luoghi della cultura, come musei, sale, eventi culturali. Offre una piattaforma che gestisce e ottimizza il flusso di lavoro e i pagamenti dei biglietti amministrando con facilità gli eventi e agli utenti offre sia facilità nell’acquisto sia informazioni in più sull’evento. Tela offre un pacchetto plug and go verticale che include biglietteria e marketing. Il funding richiesto è di 500mila euro e improntato allo sviluppo del software 

Andrea Zuanetti CEO e uno dei tre ingegneri aerospaziali che hanno ideato Up2You dedicata alla sostenibilità e al climate change, la startup aiuta persone e aziende a ridurre l’impatto ambientale e riduzione CO2 con viaggi carbon neutral, zero emission travel. Up2You sviluppa un processo di climate journey del viaggio secondo quattro step: calcolo, riduzione, compensazione e comunicazione efficace evitando di cadere nella trappola del greenwashing. Tra gli esempi che hanno già fatto uso dei servizi di Up2You c’è per esempio il Tedx di Cortina, nel 2021 il fatturato è stato di 100mila euro che equivale a quello del primo trimestre del 2022, la richiesta di finanziamento è di due milioni di euro. (Photo by ConvertKit on Unsplash )

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2