L’iniziativa #ScuolaACasa di Redooc.com, licenze gratuite fino a settembre
L’iniziativa #ScuolaACasa di Redooc.com, licenze gratuite fino a settembre

“Abbiamo lanciato l’iniziativa il 27 febbraio. A oggi sono più di 14mila gli studenti inseriti nelle Classi Virtuali, più di 1.200, attivate dall’inizio dell’emergenza. Le richieste da parte dei docenti da tutta Italia e anche dalle scuole italiane all’estero sono continue. Il nostro team sta lavorando con grande intensità su questo progetto”, dice a Startupbusiness Chiara Burberi, amministratore delegato di Redooc.com raccontando dell’iniziativa #ScuolaACasa che è rivolta a tutte le scuole Primarie, Secondarie di 1° e 2° grado italiane e di altri Paesi chiuse a causa dell’emergenza Coronavirus. Redooc.com al fine di garantire continuità al processo di apprendimento delle principali materie (matematica, italiano, Invalsi, …), grazie al supporto della Global Thinking Foundation offre gratuitamente licenze di accesso alla piattaforma redooc.com che contiene video lezioni, appunti, materiale cartaceo da scaricare e più di 80mila esercizi interattivi spiegati. Le Licenze Redooc sono valide fino a fine Settembre 2020.

“Questa emergenza che è una grande sfida per tutti noi, è anche una grande opportunità per la scuola italiana, perché costringe i docenti italiani, che sono in totale circa 850mila ad affrontare il cambiamento – aggiunge Burberi -. Il mondo digitale è l’ambiente naturale delle ragazze e dei ragazzi che sono i veri clienti della scuola. Siamo nel 2020: gli studenti tra i 6 e i 19 anni (poco più di 7 milioni) sono tutti nati nel nuovo secolo. Siamo noi, genitori e insegnanti, gli ospiti in questo secolo. Quanti sono i docenti che vedono nel digitale un’opportunità, ne intuiscono il potenziale e comprendono le esigenze degli studenti? I ragazzi sono diversi da noi, come noi dai nostri genitori, forse di più. Mi sembra una bella notizia. Ripeto spesso che la nostra generazione, di genitori e insegnanti, è la prima che non può dirsi più saggia della generazione successiva. Al rientro a scuola, negli ambienti fisici comuni, la scuola non sarà più la stessa: tutti i docenti, finalmente nessuno escluso, avranno iniziato il loro personale percorso di evoluzione. La scuola del futuro sta iniziando a prendere forma, nelle case degli italiani, con gli studenti al centro. Certo ci è purtroppo voluta una grande emergenza sanitaria globale perché ciò accadesse ma dobbiamo prendere anche le cose positive che derivano da questo passaggio della storia e se una di questa è il rinnovamento della scuola io posso solo dire finalmente”.

Tutte le informazioni sull’iniziativa #ScuolaACasa sono disponibili a questo link , mentre gli insegnanti che desiderano conoscere più approfonditamente la piattaforma di Redooc.com possono vedere il video realizzato proprio per i docenti.

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

30 Marzo 2020


reply