intervista

MacCarthy, Personio è la scaleup per la gestione delle risorse umane

La società nasce in Germania sei anni fa e ora è operativa anche in Italia con le sue soluzioni software per HR pensate per le piccole e medie imprese

27 Gen 2022
Geraldine MacCarthy, Chief Revenue Officer di Personio

Personio è una vera e propria scaleup europea, nasce sei anni fa in Germania per volontà di un gruppo di co-fondatori tra cui l’attuale CEO Hanno Renner e nell’ottobre del 2021 ha chiuso un round serie E da 270 milioni di dollari a una valutazione di 6,3 miliardi di dollari. L’investimento, guidato da Greenoaks Capital Partners e partecipato da Altimeter e Alkeon Capital segue il round chiuso a gennaio 2021 da 125 milioni di dollari che ha visto attivi grandi nomi del venture capital globale come Index Ventures, Accel, Meritech, Lightspeed, Northzone e Global Founders Capital.

Hanno Renner, CEO Personio
Hanno Renner, CEO Personio

Startupbusiness ha parlato con Geraldine MacCarthy, Chief Revenue Officer della società che sviluppa soluzioni per la gestione delle human resource pensate per le piccole e medie imprese.

“Personio è europea per fondazione e per missione, siamo concentrati sul mercato europeo e in particolare sulle piccole e medie imprese che rappresentano la dorsale delle economie del vecchio continente. Siamo partiti sei anni fa dalla Germania e poi ci siamo espansi in altri mercati: Regno Unito, Spagna, Paesi nordici, Paesi Bassi e ora puntiamo in modo deciso all’Italia in cui operiamo da circa un anno e mezzo e che sta crescendo in modo decisamente rapido. Tra i nostri clienti ci sono anche startup e scaleup come per esempio Empatica, Kampaay, Sixth Sense”.

MacCarthy preferisce non divulgare i dati relativamente all’andamento del business nei singoli mercati ma enfatizza che quello italiano è tra i cinque principali anche in termini di investimenti che Personio sta facendo. L’azienda ha oggi cinque sedi: Monaco di Baviera, Madrid, Dublino, Amsterdam e Londra e impiega circa mille persone di cui circa 700 assunte negli ultimi due anni e ha circa seimila clienti in tutta Europa.

“Le nostre soluzioni sono pensate come un vero e proprio sistema di gestione delle persone all’interno delle organizzazioni, la nostra piattaforma consente di gestire ogni fase della relazione tra l’azienda e il lavoratore: dal recruiting all’assunzione, dall’on-boarding alla gestione del payroll, quindi tutto il ciclo di vita delle attività legate all’HR e fino a oggi la gran parte delle aziende di piccole e medie dimensioni non aveva la possibilità di disporre di una soluzione di questo tipo, oggi invece può fare leva sulla nostra soluzionie per ottimizzare i processi e rendere anche la gestione delle HR elemento competitivo per accrescere efficienza ed efficacia del business nel suo complesso, inoltre la nostra soluzione People Workflow Automation è pensata per essere modulare e capace di crescere con il crescere dell’azienda che la sceglie e la utilizza”.

Personio nel dicembre del 2021 ha anche dato vita a una fondazione che si chiama Personio Foundation che è finanziata con l’1% dell’equity dell’azienda, oggi si tratta di 63 milioni di dollari, che è pensata per essere no profit e indipendente e per fornire supporto a progetti di education e legati alla lotta al cambiamento climatico. In particolare la fondazione che lavora con ONG, organizzazioni ad alto impatto, università, ha sviluppato due strumenti: Impact Portfolio e Impact Accelerator, il primo finanzia specifici progetti, il secondo fornisce competenza e consulenza nel settore HR per aiutare organizzazioni no profit e a impatto sociale a valorizzare le persone, il loro lavoro, il loro contributo. I primi beneficiari dei finanziamenti della fondazione saranno selezionati nel corso del 2022 e potranno candidarsi attraverso il sito della società.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2