vc voice

Moonstone, ecco il nuovo Cda

Il veicolo di investimento nato a maggio 2023 rende noto di avere nominato il suo nuovo consiglio di amministrazione composto da cinque membri

Pubblicato il 03 Lug 2024

I membri del Cda di Moonstone

Moonstone, il veicolo di investimento venture capital nato circa un anno fa rende noto di avere nominato il nuovo Consiglio d’Amministrazione: Chiara Castelli, investment manager di Moonstone, Gianni Letta, Eleonora Mantovani e Lodovico Sella sono i nuovi nomi che siederanno ai prossimi tavoli. Jacopo Mele, general partner, è oggi presidente del Cda.

Lanciato nel maggio 2023 dall’esperienza di Aurora Fellows, Moonstone mette al centro della sua strategia progetti ambiziosi e innovativi con un potenziale impatto positivo per le persone e il pianeta. Healthcare, deeptech e climatetech sono le principali aree di interesse.

Moonstone ha già investito in 30 startup nel 2023 e punta a concludere 120 investimenti in quattro anni. Italia, Svezia, Francia, Spagna, Regno Unito, Germania ma anche Stati Uniti i Paesi in cui ha operato maggiormente fino a oggi.

“Con i nostri membri in CdA, che uniscono due secoli, ed esperienze, Moonstone avrà la guida necessaria per investire sui team ambiziosi che avranno una rilevanza nel contribuire alle sfide del prossimo ventennio”, dice Mele in una nota.

Lodovico Sella, classe 2001, specializzato in fintech presso la Nanyang Technological University di Singapore, co-fondatore della piattaforma EdTech Growy è il più giovane a sedere al tavolo, nonché uno dei più giovani venture capitalist italiani. Con lui Gianni Letta, giornalista, ex sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio dei ministri. Insieme a loro, Eleonora Mantovani, classe 1992, già principal nel fondo di venture capital PROfounders Capital, co-fondatrice dell’investment syndicate Elementary Crew. Una carriera iniziata nel programma specializzato in health e biotech RebelBio del fondo e acceleratore americano SOSV. Chiara Castelli, co-fondatrice di Moonstone, classe 1994, membro di Global Women in VC e head of product di 12Venture società benefit completa la
composizione del CdA, cui farà capo nel ruolo di presidente Jacopo Mele, classe 1993.

“Il nostro scopo ultimo è quello di agevolare tutte quelle realtà che puntano a risolvere le sfide più complesse, le cui soluzioni dovrebbero generare un impatto positivo per il pianeta e per la vita umana. Sono questi i grandi temi, ad esempio, dell’innovazione in ambito medico e delle tecnologie applicate alla sostenibilità”, dice Chiara Castelli.

Tra le startup che Moonstone ha supportato WSense, che in Italia ha recentemente raccolto 9 milioni di euro, azienda deeptech, nata come spin-off dell’Università La Sapienza di Roma, specializzata in sistemi di monitoraggio e comunicazione subacquea, basati su tecnologie brevettate apripista dell’internet of underwater things (IoUT). Tra le altre anche Limenet la cui tecnologia permette lo stoccaggio permanente della Co2 in mare, attraverso un composto naturale, il bicarbonato di calcio. Ma anche Rosso, la startup di giovani under25 il cui motto è: “making blood donation cool”, che si pone cioè l’obiettivo di sensibilizzare nei confronti della donazione di sangue, rendendola un gesto non solo positivo ma anche desiderabile per la genZ.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 3