Sistema Paese

NAStartup sempre più internazionale, ad Atene con la UE e all’Expo di Dubai

Il progetto ideato e guidato da Antonio Prigiobbo cresce e si espande mantenendo la sua caratteristica di iniziativa di innovazione sociale partita dal cuore del Mezzogiorno

24 Nov 2021

Già lo scorso anno NAStartup aveva avviato il suo processo di internazionalizzazione, e il suo CEO Antonio Prigiobbo aveva contribuito a spiegare a Startupbusiness quali sono i punti di forza e di debolezza dell’ecosistema startup nel Mezzogiorno oggi l’organizzazione che ha sede a Napoli annuncia una serie di novità che la vedono crescere e rendere ancora più diffusa la sua rete paneuropea.

In occasione di StartupPlay che si terrà il 24 novembre 2021 Prigiobbo annuncerà l’avvio di due nuove iniziative internazionali in cui NAtsartup parteciperà. La prima è Startup Universe, progetto voluto e patrocinato dalla Commissione Europea, che vede nascere ad Atene un primo programma europeo per le startup: l’idea è offrire corsi e opportunità di networking ai fondatori delle startup del Vecchio continente. La seconda è partecipazione al report The Triumph of Innovation, la cui pubblicazione sarà presentata ai primi di dicembre durante il World Expo Dubai. L’iniziativa è organizzata da Ubi Global, ente che ha già premiato NAStartup come uno dei miglior programmi di accelerazione in Europa.

Riflettendo su idee o posizioni che leggo in giro, ci si lamenta di quel che manca, o della qualità, degli strumenti o dei progetti dell’ecosistema, senza analizzare il giusto contesto – dice Prigiobbo a Startupbusiness – . E in più, mi chiedo, se c’è visione, se ci si reputa competenti perché non si sfruttano le proprie conoscenze per fare meglio di quello che oggi esiste? La critica costruttiva è ben accetta, ma non dobbiamo fermarci alle parole, ma costruire. Oggi viviamo un momento di svolta. Abbiamo davanti dei mesi in cui arriveranno per le imprese e le istituzioni i soldi a valanga per il PNRR, e sarebbe bello che molte di queste opportunità fossero aperte anche alle startup, ma non solo. Il PNRR deve essere anche l’occasione per prestare attenzione anche alla social innovation e al terzo settore, sia per supportare gli operatori presenti,  sia per progettare azioni volte a crearne di nuovi. Mi piacerebbe, per esempio, vedere di più, come è stato per Diego Piacentini, il coinvolgimento di manager e imprenditori per cambiare la macchina istituzionale, per fare uno Stato aperto all’innovazione e che sia di supporto all’ecosistema, senza voler entrare in campi che non gli appartengono, senza voler per esempio trasformarsi in un imprenditore o investitore”.

NAStartup con i suoi eventi mensili e gratuiti, sta tracciando una strada, unendo dei punti, grazie all’energia di oltre 30 tra imprenditori e professionisti che supportano attività con oltre ottomila talenti.

“È bello che il network di NAStartup nato a Napoli per Napoli, diventi ogni mese sempre più internazionale. Otto anni fa, quando siamo nati, non avremmo mai pensato di raggiungere un così ampio raggio d’azione, anzi d’accelerazione. Questo avviene solo grazie ai tanti che si impegnano per diffondere il progetto. Devo ringraziare  sponsor come Idea Solution e Quadronica e tanti partner fino a tutti membri della community, che ci incoraggiano e ci sfidano a conquistare nuove frontiere, stagione dopo stagione”.

Impreditori come quelli che racconteranno dei loro progetti all’evento: il benessere psicofisico al centro dell’idea di Enrica La Palombara da Napoli, la sua ELPsenzaH è una piattaforma online che unisce psicologi, psicoterapeuti, nutrizionisti, istruttori di yoga, life coach e mental coach, allo scopo di diffondere un approccio olistico al benessere psicofisico. Dal benessere ai viaggi: Giorgio Motti da Da Nang, Vietnam racconterà la sua Canitravel, un’idea nata in Asia che, attraverso il data processing, ambisce a semplificare l’esperienza di viaggio dei passeggeri; Antonio Clemente da Milano con la sua HB5 punta a semplificare la vita all’aziende, attraverso delle API ufficiali Whatsapp Business che favoriscono l’engagement con gli utenti e le vendite. Minox, è l’idea di Michele Carbotti di Bari che ha ideato un dispositivo che separa rifiuti civili e industriali, tramite un algoritmo di intelligenza artificiale che riconosce “il suono” dei materiali. E poi Giancarlo Donadio, che racconta nel suo special gli autori e i libri di innovazione, protagonista di questo appuntamento è Eliana Salvi, digital entrepreneur, è la fondatrice di Cosmic, agenzia verticale sui video brevi, ex TikTok Italia e autrice del libro ‘Donne, Mamme, Imprenditrice, Chiacchiere con Unicorni’ e nel suo intervento, offrirà i suoi consigli a donne che vogliono realizzare business innovativi e parlerà delle nuove frontiere di comunicazione per startup e brand che vogliono usare al meglio TikTok.

“La strada che abbiamo scelto sembra più un solco e potrebbe sembrare che costruiamo un castello di sabbia. Tuttavia, NAStartup resta sempre un catalizzatore, la community e io investiamo, mettiamo passione e risorse in un progetto non di business, ma di social innovation. E tutto quello pensato per una forte innovazione deve essere dinamico e in continua rigenerazione”.

(Photo by Omri D. Cohen on Unsplash )

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4