open innovation

Ntt Data OIC, vince Fusionbase con Vodafone

La competizione ha visto quest’anno otto grandi aziende sviluppare e presentare progetti insieme alle startup

29 Mag 2022
I vincitori di Ntt Data OIC

La dodicesima edizione dell’Open Innovation Contest di Ntt Data ha visto vincere il progetto presentato da Vodafone Automotive e Fusionbase.

Per la prima volta l’iniziativa della multinazionale giapponese ha visto 8 grandi aziende lanciare 11 challenge a cui hanno risposto 85 startup con 110 application.

Banco BPM, Chiesi, Generali Spain, Inwit, Italgas, Vodafone Automotive, Marelli e TIM sono gli ideatori delle 11 challenge definite in base a reali esigenze di business, alle quali le startup hanno  risposto. Chiusa la call, le aziende hanno selezionato tra tutte le application ricevute le startup con cui lavorare ai progetti che hanno poi presentato in coppia durante la giornata di pitch day che si è svolta  allo IULM di Milano. Lì una giuria composta da rappresentanti del mondo accademico e dell’ecosistema innovazione e startup hanno votato le 11 idee.

“Questo periodo ci ha insegnato che l’innovazione tecnologica è un alleato fondamentale per rimodellare il modo in cui viviamo. Nella società di domani le persone saranno sempre più al centro della progettazione di nuovi prodotti, servizi e soluzioni in cui la tecnologia sarà sempre più trasparente e facile da usare – commenta in apertura dell’evento Walter Ruffinoni, CEO Ntt Data Italia. L’idea che solo creando un circolo virtuoso di collaborazione con università, startup e aziende si possa creare una società più inclusiva e sostenibile è al centro del nostro Open Innovation Contest”.

Dal metaverso all’health monitoring, dalla mobilità connessa alla cybersecurity i temi delle challenge lanciate dalle aziende su Discovery, la piattaforma di Ntt Data che, grazie all’intelligenza artificiale, ha permesso loro di trovare la startup con cui collaborare.

Il progetto vincitore è stato proposto dalla startup tedesca Fusionbase sulla base della challenge creata da Vodafone Automotive. Fusionbase ha realizzato una piattaforma che mette a disposizione delle aziende dataset bonificati, aggregati e resi anonimi, nel rispetto del Gdpr. L’idea progettuale prevede che, partendo da dati provenienti dalla flotta di veicoli connessi, si utilizzi la piattaforma di Fusionbase per creare soluzioni innovative che permettano di prevedere dinamicamente la probabilità che un evento accada, in un certo periodo di tempo.

È stato assegnato anche un premio speciale dal Giappone alla startup AnotheReality, specializzata nello sviluppo di soluzioni immersive XR (eXtended Reality, AR/VR/MR) con applicazioni nel mondo del business e dell’intrattenimento, per la sua capacità cross-settoriale e internazionale, e perché possiede una value proposition in linea con le iniziative dei nuovi Innovation Center del Gruppo. Ntt Data, infatti, a partire da questo anno fiscale, lancerà in Europa, Nord America, Cina, India e Giappone degli spazi nei quali promuovere la collaborazione con clienti, università e startup, hub per creare sinergie stimolate da una comune voglia di innovare.

Nell’edizione dello scorso anno era stata premiata con la menzione speciale per il social impact Open Stage, la startup lombarda che ha presentato una proposta per introdurre l’intrattenimento tra i servizi offerti dalle smart city. Quest’anno la startup è tornata all’OIC, ancora più matura, e grazie ai suoi servizi di intrattenimento e musica ha supportato il momento di networking che si è tenuto alla fine della giornata di Pitch assieme a Cesareo degli Elio e Le Storie Tese.

Quest’anno la finale dell’Open Innovation Contest 2022, che ha visto la partecipazione di 150 persone, è stata carbon neutral grazie alla collaborazione con un’altra startup, Up2You, che ha aiutato Ntt Data ad attivare dei progetti a compensazione delle emissioni prodotte dall’evento. Per neutralizzare i 5mila kg di CO₂ prodotti dall’evento, altrettanta CO₂ sarà catturata grazie a progetti di riforestazione boschiva, preservazione boschiva ed energie rinnovabili, andando così ad azzerare l’impatto sull’ambiente.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4