Così puoi partecipare alla definizione della rete 5G
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK
Partecipa alla definizione della rete 5G con Vodafone

E’ abbastanza chiaro per tutti che la trasformazione digitale sia direttamente collegata alla capacità di banda, ovvero di velocità potenza, qualità della trasmissione dati della connettività senza fili. Tutta quella nuova generazione di nuove tecnologie di cui tanto si parla, smart city, driverless car, IoT, industria 4.0, sanità digitale, ecc., è fondamentalmente legata allo sviluppo e implementazione di un nuovo standard di comunicazione mobile, il 5G, che è ancora in fase definizione. Per questo rappresenta una grande opportunità per startup e imprese innovative, un momento in cui ci sono meno paletti e si è pionieri in un territorio che si contribuisce a definire. (leggi in questo articolo quanto sia importante per una startup contribuire alla definizione di uno standard).

Action for 5G

Qui, adesso, c’è un’occasione davvero imperdibile: si chiama ‘Action for 5G’ ed è l’iniziativa di Vodafone, in collaborazione con il Polihub, per lo sviluppo della rete e dell’ecosistema 5G nella città di Milano, la prima call per startup dedicata al 5G.

Milano diventa “il più grande laboratorio di gigabit society d’Europa”, ha detto Aldo Bisio, l’AD di Vodafone Italia, che in questa operazione ha investito 90 milioni di euro.  “Entro il 2018 costruiremo un’infrastruttura 5G che coprirà l’80% di Milano e area metropolitana e completeremo la copertura entro il 2019”.

Cosa prevede Action for 5G

In palio finanziamenti fino a 2,5 milioni di euro per 4 anni, per i progetti selezionati, per un totale di 10 milioni di euro.

Il bando è indirizzato a

  • Startup innovative
  • Imprese sociali
  • Piccole e medie imprese

che intendano sviluppare progetti innovativi in cui il 5G sia il fattore abilitante distintivo. Devono operare nei seguienti settori

– Robotica e sensoristica per Industria 4.0 e Sanità;
– Dispositivi e sensori connessi per IoT, Smart City & Smart Grid e Sicurezza;
– Applicazioni di Big Data Analytics e Soluzioni Digitali mobili per Sicurezza, Sanità e Industria 4.0;
– Soluzioni e dispositivi AR/VR in ambito Entertainment, Sicurezza e Sanità;
– Dispositivi Wearable connessi in mobilità per Sanità, Education e Entertainment.

I progetti saranno valutati da un Board costituto da membri di Vodafone Italia, Fondazione Vodafone Italia, Politecnico di Milano e venture capitalist, che selezioneranno quelli più innovativi e strategici che potranno così accedere alla fase di Sviluppo e Test in Lab (settembre 2018 – dicembre 2018).

Il termine per candidarsi è il 31 marzo 2018, tutte le informazioni sul Bando.

Puoi presentare subito il tuo progetto cliccando qui.

Timeline della call

La prima fase prevede la raccolta (entro 31 marzo) e la valutazione delle candidature. I migliori progetti saranno oggetto di due diligence da parte di investitori istituzionali italiani e di consulenti esterni ed accederanno alla fase di “Progettazione in 5G” nei mesi di maggio e giugno. In questa fase è previsto un primo finanziamento, oltre a sessioni tecnico-specialistiche per sviluppare l’idea progettuale in ottica 5G. I progetti saranno valutati da un Board costituto da membri di Vodafone Italia, Fondazione Vodafone, Politecnico di Milano e venture capitalist, che selezioneranno quelli più innovativi e strategici che potranno così accedere alla fase di “Sviluppo e Test in Lab” (settembre 2018 – dicembre 2018). In questa fase, le startup riceveranno il successivo finanziamento con la possibilità per Vodafone di entrare nel capitale della startup o di supportarla nel lancio commerciale del progetto. Inoltre, i progetti più interessanti saranno valutati per una possibile partecipazione alla sperimentazione del 5G di Vodafone su Milano.

Che cos’è il 5G

5G, ovvero  5th generation wireless systems. In realtà siamo ancora alle prese con l’implementazione della banda ultralarga, 4G, ma il nuovo standard ‘si sta facendo’, è ancora  in via di definizione, ma già si sa che cambierà come mai prima il mondo delle telecomunicazioni: il 5G, con una banda teorica da 100 Mbps a 10 Gbps, un consumo di energia ridotto, un tempo di latenza diminuito enormemente e un’affidabilità senza precedenti, sarà la rete che connetterà il mondo di domani. In sostanza si tratta di uno step ulteriore rispetto alla banda larga e alla banda ultralarga: un Internet sempre più veloce per consentire di trasferire in modo rapido enormi quantità di dati.

Il 5G garantisce una velocità di trasmissione dati elevatissima (per l’ad di Vodafone Italia, Aldo Bisio, la banda reale sarà di circa 3 Gbps, quando la fibra ottica FTTH è ancora limitata a 1 Gpbs e solo in alcune aree di Milano ma non in provincia): in questo modo sarà possibile lo sviluppo di nuove tecnologie che necessitano di altissima velocità nella trasmissione di grandi volumi di traffico dati, come ad esempio “le auto che si guidano da sole: si tratta di tecnologie che si basano proprio sull’immediatezza di risposta per evitare collisioni” spiega Bisio.

 

 

 

 

 

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

08 febbraio 2018

Categorie:

Must Read


Articoli correlati
Video Consigliati
reply