investimenti

Picosats raccoglie 2,13 milioni di euro

La startup spacetech è finanziata da LIFTT, Progress Tech Transfer e da CDP VC tramite il Polo nazionale Galaxia dedicato all’aerospazio

Pubblicato il 12 Lug 2023

Picosats, società che opera nell’ambito delle telecomunicazioni satellitari con sede a Trieste, fa sapere di avere chiuso il suo secondo round di investimenti per un valore di 2,13 milioni di euro.

Il round di investimento a cui hanno partecipato LIFTT, Progress Tech Transfer e Galaxia – Il Polo nazionale di trasferimento tecnologico per l’aerospazio di CDP Venture Capital, consentirà a Picosats di continuare a innovare e sviluppare soluzioni tecnologiche avanzate nel settore spaziale.

Questa nuova iniezione di capitale rappresenta un voto di fiducia nel potenziale di crescita di Picosats e rafforza la posizione della società nel settore delle telecomunicazioni satellitari. I fondi raccolti saranno impiegati per l’ampliamento delle attività di ricerca e sviluppo, il potenziamento dell’infrastruttura tecnologica, e l’espansione delle operazioni commerciali. La società si propone di raggiungere diversi obiettivi, tra cui dimostrare la tecnologia in banda Ka sviluppata con il supporto dell’Agenzia spaziale europea attraverso una missione in orbita in collaborazione con D-Orbit. Inoltre, sta lavorando allo sviluppo di un modem che consenta velocità di trasmissione dati elevate.

Picosats ha dimostrato la sua capacità di fornire soluzioni innovative che stanno aprendo nuovi orizzonti nella comunicazione satellitare. I sistemi di telecomunicazioni sviluppati dalla società rivoluzioneranno l’accesso allo spazio, offrendo una maggiore flessibilità e una riduzione dei costi rispetto alle tecnologie tradizionali.

Supporto delle agenzie spaziali italiana ed europea

Il rappresentante legale di Picosats, Mario Fragiacomo, dichiara in una nota: “La chiusura di questo round di investimento è un importante traguardo per Picosats e un riconoscimento del nostro impegno per l’innovazione nel settore spaziale. Questo nuovo capitale ci permetterà di accelerare la nostra ricerca e sviluppo e di portare sul mercato soluzioni ancora più avanzate. Siamo grati ai nostri investitori per la fiducia che hanno riposto in noi e siamo determinati a continuare a spingere i limiti della tecnologia spaziale. Ci tengo anche a ricordare il supporto dell’Agenzia spaziale italiana e di quella europea, che hanno creduto in noi fin dall’inizio.”

WHITEPAPER
Crowdfunding: cos'è, come funziona e le migliori piattaforme

Guido Panizza, head of project management di LIFTT, aggiunge: “Picosats presidia all’interno del nostro portfolio un segmento di business dal potenziale elevato, qual è quello delle telecomunicazioni aerospaziali. Per noi di LIFTT contribuire allo step significativo della messa in orbita del progetto rappresenta un decisivo attestato di stima e fiducia nei confronti di una tecnologia e di un team di lavoro di alto profilo quale quello di Picosats. Inoltre, la chiusura di questo nuovo round e la progressione di questo progetto rappresentano in modo esemplare l’importanza del technology transfer quale elemento essenziale nella crescita complessiva del sistema Paese”.

Francesco De Michelis di Progress tech transfer dice: “Da quando abbiamo fatto il primo investimento nel 2022 Picosats ha continuato a crescere, sia tecnicamente che commercialmente. La qualità della soluzione tecnica proposta dalla società è testimoniata dal rilievo e dal prestigio del pool di investitori che hanno partecipato a questo round di investimento”.

“Le soluzioni di Picosats per le comunicazioni satellitari sono in grado di portare innovazione rilevante a un mercato in fortissima espansione, riuscendo a miniaturizzare transponder e antenne per servire fino a 5 volte più clienti per orbita, riducendo nel contempo sia i costi di produzione che di gestione – commenta Claudia Pingue, responsabile del fondo di technology transfer di CDP Venture Capital – . Abbiamo creato il Polo nazionale di trasferimento tecnologico per l’aerospazio Galaxia proprio per stimolare lo sviluppo di startup che sviluppano servizi per upstream e downstream potenzialmente game changer nel mercato”. (Foto di Gilles Rolland-Monnet su Unsplash )

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 3