vc voice

Primo closing a 32 milioni di euro per The Techshop

Il veicolo di investimento si concentra sul seed capital per startup software Saas B2B, il closing è partecipato anche da CDP Venture Capital

09 Mar 2022
Aurelio Mezzotero e Gianluca D’Agostino, fondatori The Techshop

L’operazione era già stata anticipata a ottobre del 2021 e ora è finalizzata: Techshop Primo, il fondo specializzato in investimenti seed in aziende all’avanguardia nelle soluzioni software per il mondo enterprise gestito da The Techshop SGR è ora operativo.

L’obiettivo del fondo è individuare imprenditori dotati di talento nel coding e nel product management e con modello distributivo prevalentemente SaaS (Software as a Service), e accompagnarli in un percorso di crescita sia a livello organico sia in ambito geografico. Il primo closing, effettuato per iniziare  investire nei deal sui quali il team di Techshop ha lavorato nei mesi scorsi, ha superato i 32 milioni di euro. La raccolta proseguirà con l’obiettivo di raggiungere i 50 milioni di euro.

Il progetto è nato per volontà di Gianluca D’Agostino, imprenditore digitale e angel investor, e Aurelio Mezzotero, venture capitalist con esperienza decennale, che sono anche investitori e key men del fondo.

C’è grande valore nei nostri investor individuali, dei nostri ‘capitani coraggiosi’ che hanno scelto il fondo e del Techshop Club che stiamo assemblando. Techshop è un progetto che mira davvero a supportare l’ecosistema tech Italiano e la connessione tra le migliori startup digitali B2B e il mondo delle imprese – dice a Startupbusiness Gianluca D’Agostino anticipando anche che il primo investimento sarà finalizzato già nelle prossime settimane -. Infatti hanno aderito imprenditori visionari e pragmatici, top manager di grandi aziende, alcuni con significative esperienze internazionali, e professionisti di prim’ordine. Molti tra loro stanno già collaborando con l’investment team di Techshop, alimentando il dealflow e supportandoci nello screening, e presto contribuiranno a portare opportunità di business e di capitale umano, aiutandoci ad individuare i candidati migliori, per le aziende in cui investiremo”.

CDP Venture Capital SGR ha dimostrato interesse per il progetto di The Techshop sul quale ha investito attraverso i suoi fondi FoF VenturItaly, fondo di co-investimento Mise e fondo Italia Venture II – Fondo Imprese Sud.

Techshop Primo entra nel vivo dell’operatività e pone attenzione specifica al Sud Italia e ai fondatori italiani all’estero. Il ticket di investimento iniziale è previsto nella forchetta compresa fra 500 mila euro e un milione di euro. 

Techshop Primo si concentra sul seed capital, cioè lo stadio iniziale, in cui le startup hanno maggior bisogno di capitale e assistenza e presentano i maggiori potenziali di ritorno sull’investimento. Nel radar di Techshop Primo ci sonno prodotti innovativi basati su sei tecnologie che stanno cambiando le regole del gioco dell’economia e del tech: AI, analytics, IOT, security, 5G, cloud.

A fronte di una partecipazione di minoranza qualificata, il fondo fornirà al suo portfolio non solo le risorse economiche per sviluppare un piano condiviso di crescita, ma anche le esperienze manageriali e le relazioni che fanno di Techshop e della sua squadra un vantaggio competitivo per le aziende investite. L’azione sarà facilitata da una serie di alleanze con acceleratori e incubatori, esperti di dominio, business angel in proprio o organizzati in network, in Italia e all’estero, scelti da The Techshop per alimentare un ecosistema di collaborazione e co-investimento.

Vorremmo diventare il fondo più attivo in Italia nel seed capital – dichiara in una nota Aurelio Mezzotero – concentrandoci su prodotti e soluzioni digitali innovative, che creano categorie di prodotto inedite. Miriamo a mitigare il rischio insito nell’early stage anche grazie al contributo alla crescita del portafoglio che proverrà dalla nostra rete di esperti tecnologici e di business, un vero unicum sul mercato per completezza e dimensione.”

Contribuire alla nascita di nuovi fondi di venture capital significa aumentare le possibilità di crescita e sviluppo delle startup italiane, e questo è un obiettivo fondamentale per CDP Venture Capital – commenta Enrico Resmini, amministratore delegato e direttore generale di CDP Venture Capital – . In questo caso Techshop rappresenta un nuovo gestore specializzato in B2B che va a supportare le aziende nelle prime fasi di vita e con un presidio territoriale specifico sul Mezzogiorno, tutti elementi che ci hanno convinti a dare fiducia a questo team così focalizzato ed entusiasta”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link