Retail Hub accelera l'innovazione nel settore della distribuzione
Retail Hub accelera l’innovazione nel settore della distribuzione

Retail Hub è il primo acceleratore verticale per implementare innovazioni nell’ambito del retail. Il progetto è stato lanciato in questi giorni da Antonio Ragusa e Massimo Volpe che sono i due co-fondatori della startup e tra gli investitori ci sono Francesco Pinto, presidente del Gruppo Pianoforte Holding a cui fanno capo brand come YamamaY, Carpisa e Jaked e Lucia Fracassi, amministratore delegato di Melegatti 1894 che supportano il progetto a titolo personale.

“L’idea nasce dall’esperienza che personalmente ho maturato nel settore del retail sia in Usa sia in Europa – dice a Startupbusiness Massimo Volpe – e dalla consapevolezza che questo settore vive un periodo di forte cambiamento che era già palese prima dell’emergenza Covid-19 e che oggi è ancora più incisivo. Ciò che ci proponiamo di fare è accelerare l’adozione delle nuove tecnologie da parte di chi opera nella vendita al dettaglio e di farlo su scala internazionale mettendo quindi a disposizione di aziende di ogni Paese le più recenti tecnologie”.

Massimo Volpe, co-fondatore di Retail Hub

In pratica Retail Hub va a caccia di startup e scaleup che hanno prodotti e tecnologie già pronte per il mercato e le propone ai retailer che sono alla ricerca di modi per migliorare e aggiornare i loro business.

“Desideriamo dare un contributo sostanziale al processo di innovazione sia della domanda sia dell’offerta – aggiunge Volpe – lavoriamo con hub di startup in tutto il mondo per individuare tecnologie che poi selezioniamo e quelle che riteniamo interessanti vanno a popolare l’offerta , a oggi ne abbiamo circa una sessantina che saranno visibili a partire da metà maggio quando il nostro portale sarà pienamente operativo”.

Il business di Reatail Hub si basa sull’attività di advisor che farà nei confronti delle aziende del retail che chiederanno supporto per innovare, inoltre la startup ha già avviato il primo round di finanziamento con cui cerca 300mila euro a una valutazione di 1,3 milioni di euro.

“Parallelamente alla finalizzazione del portale – dice il co-fondatore – che ha fatto il suo primo debutto a febbraio di quest’anno ma che è il frutto di oltre un anno di incubazione, organizziamo eventi online per affrontare il tema della innovazione nel retail come quello che abbiamo organizzato il 21 aprile e dedicato al settore del food Grocery Connect in cui avremo relatori di Walmart, Kroger, Carrefour, Pam, Google, Dunnhumby, Jakal, Easycoop, Esselunga, Bennet, Salesforce”.

Retail Hub sta anche costruendo una rete di partner internazionali per supportare le aziende del retail a integrare le nuove tecnologie e lavorerà per facilitare l’incontro tra aziende internazionali interessate a conoscere meglio l’offerta di startup italiane ed europee anche in vista di possibili partnership e acquisizioni.

 

Photo by Xianjuan HU on Unsplash

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

21 Aprile 2020


Articoli correlati
reply