investimenti

Round seed da 1,5 milioni di euro per la proptech Roomless

La startup milanese riceve i capitali da Sensible Capital e Club degli Investitori e punta all’espansione europea

15 Lug 2022

La startup prop tech Roomless chiude un seed round da 1.5 milioni di euro, guidato da Sensible Capital insieme al Club degli Investitori.

Roomless si definisce come Premium housing rental platform, piattaforma digitale operante nel settore degli affitti immobiliari a uso abitativo a medio-lungo termine, che ha come obiettivo quello di semplificare e ottimizzare il processo di ricerca di un immobile in locazione rendendolo più veloce, trasparente e sicuro.

L’ambizione di Roomless è diventare il leader europeo in questo segmento. Nata a ottobre 2019, la società ha raggiunto interessanti risultati in Italia nel 2021 e all’inizio dell’anno corrente è entrata in due nuovi paesi, Germania e Spagna, preparandosi a sbarcare nei mercati di Portogallo e Francia entro la fine dell’anno.

L’obiettivo di fatturato per il 2022 è superiore a un milione di euro, +300% rispetto al 2021 e, a oggi, la società sta generando ricavi perfettamente in linea con questo target.

Il lead investor del round è Sensible Capital, venture capital italiano specializzato in investimenti prop tech, insieme al Club degli Investitori, uno dei principali gruppi di business angel in Italia. In precedenza, nel 2020, Roomless era stata selezionata per il percorso Hubble da Nana Bianca e Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze che, in occasione del seed round, convertiranno in equity i loro finanziamenti a favore della società.

Il nuovo round di investimento servirà a finanziare l’ulteriore sviluppo della tecnologia proprietaria, il rafforzamento del team, anche con l’attrazione di nuovi talenti, e l’espansione estera.

Andrea Degli Innocenti, co-fondatore e CMO di Roomless, dichiara in una nota: “Siamo entusiasti di proseguire nella nostra crescita con il sostegno di investitori molto qualificati e rappresentativi del panorama del venture capital in Italia, con cui condividiamo obiettivi e valori fondanti. Vogliamo concentrarci nel segmento premium offrendo un servizio di maggiore qualità rispetto ai competitor, con l’obiettivo di diventare punto di riferimento per proprietari, property manager e inquilini, tramite una proposta in linea con i profondi cambiamenti nei bisogni degli individui e con modelli abitativi che si avvicinano sempre di più al concetto di servizio. Con il Club degli Investitori, con Sensible Capital e con il suo CEO, Silvia Rovere, condividiamo la visione di diventare il più grande player europeo puntando su tecnologia e talento. In Roomless le persone sono tutto: selezioniamo i candidati con grande cura e tutto il team condivide i valori fondanti dell’azienda: innoviamo per semplificare, siamo sempre a disposizione del cliente, siamo una squadra”.

Silvia Rovere, fondatrice e CEO di Sensible Capital, dice: “Sensible Capital è molto felice di dare il benvenuto a Roomless nel proprio portafoglio e di aver guidato il round di investimento che doterà la startup delle risorse necessarie per crescere in Italia e perseguire l’ambizioso piano di espansione all’estero. L’obiettivo di Roomless è coerente con i più recenti trend del mercato delle locazioni residenziali, che puntano allo sviluppo di soluzioni flessibili e di un’offerta distintiva in termini di approccio al cliente. Con questa operazione Sensible Capital conferma la propria missione di diventare il leader nel settore del prop tech in Italia, con uno spiccato attivismo e la capacità di creare sinergie commerciali e di sviluppo prodotto tra le società in portafoglio. Continuiamo a investire su realtà innovative con team eccellenti, potenziale di scalabilità anche internazionale e capacità di generare impatti positivi su ambiente e società.

Andrea Rota, managing director del Club degli Investitori, aggiunge: “I soci del Club degli Investitori si sono convinti grazie alla caparbietà e alla coesione dei quattro co-fondatori, all’ambizione chiaramente europea, al focus maniacale sull’esperienza cliente e al business model innovativo molto attento anche agli interessi dei property manager”. (Photo by Nate Watson on Unsplash )

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4