Startup competition, a Boost your idea vince la qualità
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK
Startup competition, a Boost your idea vince la qualità

Boost your idea. Un’altra startup competition? Sì ma fatta bene. Organizzata in questa sua prima edizione, che si è tenuta presso il Museo delle genti d’Abruzzo di Pescara, da Actomedia, Europe village Abruzzo (Eva) , Up2Lab e Corecom Abruzzo. Una compagine di organizzatori che ha voluto definire con precisione il criterio di selezione aprendo il contest a progetti appartenenti a tre categorie specifiche: Gaming, Pet Care, Ar&Vr. Tre categorie che possono apparire distanti tra loro ma che hanno saputo attirare l’attenzione di startup di valore da tutta la Penisola.

Nell’area gaming tre startup si sono fronteggiate: Design of things che sta mettendo a punto un prototipo per riportare in vita i videogiochi che hanno fatto storia e lo fa progettando un oggetto che oltre a essere tecnologico è di forte impatto dal punto di vista del design; Cube Control che si è concentrata sulla realizzazione di un volante per i giochi di simulazione di guida che è assolutamente realistico e che fa la felicità degli appassionati e di tutti coloro che almeno una volta hanno sognato di mettersi alla guida di una macchina da corsa. E poi l’Accademia degli Stracuriosi, un progetto di grande valore educativo che fa leva sulle diverse declinazioni dell’intelligenza e rende l’apprendimento non solo più divertente ma anche più adatto alle caratteristiche intellettive di ogni utente, soprattutto dei più giovani.

Nella sezione Pet care due erano le startup in gara: Animal note con una app che aiuta a ricordare tutte le cose che serve fare per occuparsi in modo puntuale degli animali domestici e Dog Bistrot che è il primo food delivery per cani in Italia e propone cibi alternativi a quelli industriali ed è già operativa a Milano come conferma a Startupbusiness il suo fondatore Francesco Mondadori: “abbiamo già numerosi clienti e molti di loro si sono rivolti al nostro servizio già più volte, forniamo prodotti di alta qualità che vengono recapitati direttamente a casa a un costo che non è poi così tanto più alto di quello che normalmente si sostiene per alimentare il proprio cane”.

Infine per l’area Ar&Vr le startup Expert game studio e Tommi. La prima realizza e vende videogiochi che fanno uso di realtà aumentata e realtà virtuale, mentre la seconda ha usato la realtà virtuale in modo molto efficace sviluppando un videogioco pensato per i bambini malati di cancro e per le persone che si occupano di loro.

Insomma belle cose si sono presentate a Pescara, imprenditori seri con già il loro mvp e in alcuni casi anche le prime metriche, una competizione intensa che ha messo alla prova la giuria, di cui anche noi di Startupbusiness eravamo parte, e ha assegnato due premi: il primo che comprende 5mila euro messi a disposizione dal Corecom Abruzzo e da servizi di supporto forniti dagli altri organizzatori e il secondo che comprende tutti i servizi come per il primo premio.

Ad aggiudicarsi il primo premio è stata Tommi, mentre il secondo è andato all’Accademia degli Stracuriosi. Due startup che sono anche guidate da due giovani donne: Chiara Aielli e Cristina Palermo rispettivamente che hanno portato visione e concretezza e hanno saputo mostrare come i loro progetti siano supportati da team di grande valore e abbiamo saputo coniugare valenza sociale con modelli economici sostenibili.

Soddisfatti gli organizzatori che hanno decisamente vinto la loro sfida perché hanno saputo concentrarsi sul valore delle imprese che hanno partecipato al contest, imprese che saranno seguite da Actomedia, Up2Lab, Eva nelle prossime fasi di evoluzione come conferma Alan Taronna, Ceo di Actomedia che è impegnato nella realizzazione di progetti digitali di varia natura sia a Pescara dove la sua azienda ha sede sia negli Stati Uniti dove ha una filiale che opera nell’area di San Francisco.

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

22 febbraio 2018


Articoli correlati
Video Consigliati
reply