investimenti

The Techshop guida un round da 2 milioni di euro in Smartpricing

Il veicolo di investimento ha anche annunciato un aumento della raccolta a 37 milioni di euro on l’ingresso anche di Fondazione di Sardegna

13 Lug 2022

The Techshop annuncia un ulteriore aumento di capitale di Techshop Primo, fondo chiuso di venture capital riservato a investitori qualificati, la raccolta complessiva è ora giunta a 37 milioni di euro e consente al management della SGR di confermare il percorso di fund raising atto a posizionarsi come fondo per le innovazioni digitali B2B nel segmento seed.

In occasione di questo secondo closing, accanto a investitori individuali di primo piano, ha aderito a Techshop Primo anche la Fondazione di Sardegna, che vanta una esperienza significativa come investitore nel mondo del venture italiano.

Nelle scorse settimane, il team di Techshop ha inoltre finalizzato l’investimento in Smartpricing, soluzione SaaS dedicata all’ottimizzazione dinamica delle tariffe per le strutture ricettive. L’operazione riflette la strategia di The Techshop di puntare su eccellenze tecnologiche italiane pronte per lo sviluppo internazionale. La startup trentina, in forte crescita sul mercato domestico, ha da poco fatto ingresso nei mercati di lingua tedesca, con ottimi riscontri iniziali.

The Techshop si colloca alla guida di questo round seed da due milioni di euro, coinvolgendo un pool diversificato di investitori: Fabrick, Doorway, Gellify/Digitech Fund ed Electa Ventures.

Smartpricing è stata fondata nel 2020 a Riva del Garda da Luca Rodella, imprenditore con esperienze nell’ambito prop tech & hospitality, Eugenio Bancaro, CTO e Tommaso Centonze, COO con esperienza internazionale in Google e in consulenza strategica.

Smartpricing offre in modalità software-as-a-service (SaaS) un tool facilmente integrabile con i pacchetti gestionali delle strutture ricettive, vale a dire i Property management system e i Channel manager, e permette di ottimizzare in modo dinamico le tariffe delle singole camere. La soluzione è basata su algoritmi di machine learning che processano diverse tipologie di dati, fra i quali quelli relativi al mercato, alla saturazione e all’andamento dei prezzi nella specifica area geografica e allo storico dell’hotel. L’obiettivo è quello di garantire la massima occupazione della struttura al prezzo più opportuno, in base alle caratteristiche proprie dell’hotel e del mercato di riferimento.

Smartpricing si rivolge a uno specifico target, quello degli hotel e B&B di piccola e media dimensione fino alle 100 camere, che in Italia rappresenta circa il 96% delle strutture alberghiere. Inoltre, si colloca in un segmento di mercato in rapida espansione: si prevede infatti che il mercato globale dei software per il mondo hospitality raggiunga nel 2027 un valore complessivo di 3,6 miliardi di euro, trainato dalla necessità di digitalizzazione da parte di tutti i player della filiera, fa sapere una nota diffusa dalla società.

L’appeal per soluzioni che possano guidare in tempo reale l’albergatore nella tariffazione delle proprie camere, è stata confermata dalla crescente traction commerciale. La crescita della prima metà del 2022 ha portato Smartpricing a raddoppiare in sei mesi il numero di clienti di fine 2021, arrivando a sfiorare le mille strutture alberghiere gestite, in Italia e all’estero.

“Il viaggio di The Techshop procede secondo il piano, sia sul fronte del fund raising sia per la qualità degli investimenti. Siamo felici che Fondazione di Sardegna abbia puntato sul nostro Fondo, unendosi a co-investitori del calibro di CDP VC e al selezionato gruppo di investitori individuali che hanno scelto di investire nel nostro progetto – dicono Gianluca D’Agostino e Aurelio Mezzotero, managing partner di The Techshop – . L’operazione di investimento in Smartpricing rappresenta quasi un manifesto per il nostro Fondo: una startup in forte crescita, con un prodotto SaaS di impatto sull’economia reale, in un settore dove il nostro Paese ha un chiaro vantaggio competitivo come quello del turismo. Un numero su tutti: Smartpricing arriverà presto a gestire per gli hotel suoi clienti un flusso di transazioni annue pari ad un miliardo di euro.”

Luca Rodella, CEO e co-fondatore di Smartpricing dichiara: “Siamo orgogliosi che The Techshop abbia creduto nel team e nella nostra visione. L’ambizione è ora di accelerare l’espansione di Smartpricing, per portare a tutto il mondo hospitality un’innovazione efficace e semplice da adottare, per quanto basata su una tecnologia sofisticata e in continua evoluzione. La nostra base clienti in Italia è in forte progressione e i primi segnali dai mercati esteri sono molto interessanti: l’obiettivo è di arrivare a gestire 200 strutture tra Svizzera, Germania e Austria entro fine anno”. (Photo by Patrick Robert Doyle on Unsplash )

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3