Wash Out raccoglie 1mln €, tra i nuovi soci Telepass
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
Wash Out raccoglie 1mln €, tra i nuovi soci Telepass

La startup italiana che ha ideato un servizio innovativo in app di lavaggio auto green e ‘mobile’, ovvero a domicilio o dove si trova l’auto o la moto, trova nuovi soci che per entrare nel capitale mettono sul piatto un milione di euro, si tratta di Telepass, Telepass Pay, Infoblu, Urbi, e KMaster. L’ingresso di Telepass nell’azionariato della società è l’evoluzione di un accordo strategico che già permette ai clienti dell’ app Telepass Pay di usufruire dei servizi offerti dall’impresa innovativa cresciuta in Speed MI Up, l’incubatore di Università Bocconi, Camera di Commercio e Comune di Milano.

“L’investimento da parte di un grosso gruppo italiano come Telepass è un’ulteriore tappa nel nostro percorso. Dietro all’accordo c’è la volontà di facilitare l’utente nel rapporto quotidiano con il proprio autoveicolo” spiega Christian Padovan, co-fondatore della giovane società, in questo articolo di EconomyUp. 

Wash Out è attiva nelle città di Milano, Roma, Torino e Firenze ed è partner ufficiale dei maggiori servizi di car sharing nazionali. Intende espandersi in altre città italiane nel corso del 2019, per poi esportare il servizio all’estero nel 2020.

Nel video Padovan spiega come funziona il servizio e il suo valore di business.

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

12 febbraio 2019


Articoli correlati
reply