Azimut Digitech Fund investe insieme a Gellify in Sellrapido

24 Feb 2021

Azimut Libera Impresa, per conto del fondo Azimut Digitech Fund, e Gellify annunciano di aver completato un round di investimento in Sellrapido, piattaforma software-as-a-service (SaaS) di e-commerce automation, che permette a venditori professionisti di scalare con efficacia le vendite online, e a grossisti di attivare una distribuzione in e-commerce B2B dei propri prodotti, in entrambi i casi facendo leva su automazione dei processi, velocità di esecuzione e ottimizzazione della dinamica dei margini di vendita.

Non sono stati indicati i termini economici dell’investimento.

E’ il primo co-investimento di Gellify e Azimut Digitech Fund, fondo alternativo di tipo chiuso che investe in startup software B2B, contribuendo al supporto e alla crescita tecnologica dell’ecosistema aziendale italiano.

Sellrapido nasce a Bologna nel 2017 da Salvatore Petrozza, CEO e fondatore, da sempre appassionato di programmazione e vendita online, che da un’esigenza personale intuisce l’opportunità di creare uno strumento che aiuti tutti gli imprenditori e-commerce a scalare efficacemente le vendite. Nel 2018 avviene l’ingresso di Davide Brioschi, già cliente di Sellrapido e imprenditore e-commerce, che decide di investire nella società e ne diventa responsabile commerciale, e Alessandro Palmieri, imprenditore digital e co-fondatore di ShopFully.

“Siamo onorati dal fatto che Azimut abbia scelto Sellrapido come prima azienda su cui operare con il fondo Digitech, questo ci riempie di orgoglio e responsabilità. – dice in una nota Petrozza – Oltre all’importante co-investimento economico, Sellrapido avrà la fortuna di avere al proprio fianco Gellify, che ha nel proprio Dna il team e le competenze per accelerare la crescita di aziende come la nostra che operano nel mondo digital e-commerce”.

La startup ha in previsione di chiudere il 2020 con un fatturato di oltre 850 mila euro, dai 423 mila euro del 2019, grazie a un raddoppio dei clienti e delle vendite online intermediate, il cui controvalore è cresciuto da 100 milioni a quasi 200 milioni annui.

Sellrapido in un mercato globale dell’e-commerce B2B che è stato valutato a 5,7 trilioni di dollari USA nel 2019 e che si prevede si espanderà a un tasso di crescita annuo composto (CAGR) del 17,5% dal 2020 al 2027, riferisce sempre la nota citando una ricerca di Grand View Research. I servizi di e-commerce B2B automation come Sellrapido aiutano le aziende a ridurre i costi e a migliorare l’efficienza, automatizzando i processi manuali e migliorando i margini di vendita, e allo stesso tempo permettono di offrire un servizio migliore all’acquirente finale. La startup nasce e si colloca dunque in un contesto di mercato con delle ampie potenzialità, sia in termini di prospettive che di numeri.

Marco Belletti, CEO di Azimut Libera Impresa, commenta: “Il fondo Azimut Digitech Fund rappresenta un’innovazione assoluta nel panorama del venture capital italiano e operando in un settore con importanti prospettive di crescita come quello delle soluzioni software B2B porterà nel lungo periodo benefici in termini di ritorni a quei clienti, soprattutto imprenditori, che per loro esperienza diretta ne hanno riconosciuto le potenzialità”.

“Siamo entusiasti di aver avviato gli investimenti di Azimut Digitech Fund con Sellrapido. – dichiara Fabio Nalucci, CEO e fondatore di GELLIFY – Ci hanno convinto sia il team, composto da imprenditori preparati con exit alle spalle che saremo lieti di supportare nella crescita del business, sia il prodotto in perfetta sincronia con la necessità di crescita esplosiva del mercato dell’e-commerce”.

Articolo 1 di 2