mobility-tech

BusForFun compra anche GoGoBus

Dopo avere acquisito BusRapido a settembre 2021, BusForFun annuncia di avere rilevato gli asset di GoGoBus ampliando così la sua offerta per il traporto collettivo

11 Dic 2021

Prosegue la strategia di espansone di BusForFun.com che a settembre aveva annunciato l’acquisizione di BusRapido.com e che oggi rende noto di avere rilevato anche gli asset di GoGoBus.it.

Il processo di espansione di BusForFun.com che ha avuto il suo avvio con l’ingresso di FNM nel capitale a novembre 2020, è destinato a consolidate i servizi di trasporto pubblico a tutti i livelli proponendo oggi un’offerta che si dimostra ideale per ogni tipo di esigenza: trasferimenti occasionali di singoli o gruppi, trasferimenti programmati, commuting ecc.

GoGoBus.it sarà integrato nella piattaforma BusForFun.com con la possibilità di prenotare una più ampia scelta di pacchetti esperienziali e viaggi per raggiungere eventi tra cui concerti, parchi divertimento, eventi sportivi e destinazioni speciali in località di mare e montagna.

BusForFun.com ha fronteggiato l’emergenza covid lanciando nuovi servizi di navette prenotabili online per aziende, scuole e altri enti diventando il riferimento sui trasporti casa–lavoro e casa-scuola; con questo altro progetto industriale si punta sempre più alla leadership tecnologica nel settore della mobilità condivisa e sostenibile, con lo sviluppo di soluzioni innovative capaci di rispondere alle nuove esigenze di mobilità delle cosiddette MAAC, sigla che sta per mobility as a community e che racchiude in se tutte le opportunità di sviluppo di servizi di mobilità condivisi capaci di mettere insieme le esigenze di più utenti e rendere così da un lato più efficace ed efficiente il trasporto e dall’altro contribuire a ridurre l’impatto ambientale dovuto ai veicoli privati. Approccio questo applicabile in diversi contesti: dal trasporto mirato per specifiche destinazioni legate per esempio a eventi sportivi o musicali al commuting anche su tratte dove fino a ora è stato impossibile applicarlo come per esempio quella dei lavoratori transfrontalieri tra il nord della Lombardia e la Svizzera sulla quale BusForFun ha iniziato a studiare una possibile offerta partendo da azioni di approfondimento dello scenario per avere un quadro preciso della domanda e quindi eventualmente definire una proposta efficace.

Il processo di consolidamento dell’industria che fa capo alla mobilità condivisa – spiega a Startupbusiness Davide Buscato, co-fondatore di BusForFun – è iniziato in verità già qualche anno fa quando le startup italiane di questo settore si sono trovate a valutare possibili evoluzioni dello scenario e strategie per accrescere la competitività anche a livello internazionale. Le acquisizioni di BusRapido e di GoGoBus vanno proprio in questa direzione e stiamo dimostrando che anche un settore come quello della mobilità condivisa può essere oggetto di un profondo processo di rinnovamento grazie all’impiego delle opportune piattaforme tecnologiche e può contribuire in modo sostanziale a rendere più efficiente, veloce, ecologico il trasporto di persone sia all’interno delle aree urbane sia sulle lunghe distanze”. (Photo by Juan Sebastian useche on Unsplash )

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati