investimenti

Deeva, round da 400mila euro

La startup che offre servizi di parrucchiere a domicilio è nata e sta crescendo in senso allo startup studio torinese Mamazen

Pubblicato il 21 Gen 2024

Il team di Deeva

Dopo il primo round da 150miale euro chiuso a maggio del 2022, prosegue lo sviluppo della startup Deeva, piattaforma di prenotazione per parrucchieri a domicilio di Torino, con la chiusura di un seed-round da 400mila euro in sole 2 settimane che garantirà alla startup 18 mesi di runaway. 

L’azienda nata in seno allo startup studio Mamazen ha raggiunto questo traguardo a soli otto mesi dalla sua fondazione, avvenuta a metà aprile 2023 battendo ogni pronostico di mercato dei benchmark statunitensi che stimano una media di 12 mesi per la chiusura di seed-round.

Il team di Deeva, ha un monthly recurring revenue da 7mila euro in aumento del +69% solo nel mese di novembre e un incremento del margine operativo mensile di +11,7%, prosegue la conquista del mercato beauty grazie all’esperienza e alla professionalità della CEO Irene Giani e del co-fondatore Yan Cataldo. Irene, figlia di imprenditori e cresciuta nella profumeria della madre, è da sempre appassionata di beauty. Ha lavorato per sei anni in Facile.it, vivendo la trasformazione da scaleup a unicorno, e nel suo ultimo ruolo ha creato e diretto una business unit. Yan, 20 anni di esperienza nel beauty, a soli 19 anni entra come socio in una realtà con tre saloni di bellezza. Nel 2004 apre il suo primo salone indipendente raggiungendo un fatturato di 600mila euro e un team di dieci persone, fino alla vendita. Ha poi aiutato a crescere decine di saloni di parrucchieri. Nel 2023 entra in Deeva come co-fondatore.

“La startup nasce dal processo di validazione di Mamazen e da un primo investimento fatto da IH1 – dichiara in una nota Farhad Alessandro Mohammadi, CEO e co-fondatore di Mamazen – Ma è certo che sono stati l’esperienza dei due co-fondatori e il loro network di conoscenze gli elementi indispensabili per il raggiungimento di questo traguardo. Analisi, competenza e voglia di innovarsi sono gli elementi che rendono solida una startup come Deeva, portando così gli investitori a credere nel progetto”.

“Deeva risponde all’esigenza del mercato di avere servizi professionali in una formula più attuale – spiega Irene Giani – . Ci siamo impegnati sin da subito a fornire, partendo dalla città di Torino, una formula innovativa, studiando un metodo rivoluzionario di lavoro. Con i parrucchieri a domicilio gli utenti hanno la possibilità di farsi coccolare direttamente a casa propria o nel luogo in cui preferiscono, con grande flessibilità nella gestione degli appuntamenti e risparmiando il tempo di attese e spostamenti. Il nostro obiettivo è quello di ampliare il business anche ad altre geografie, puntando così a  diventare un punto di riferimento per i servizi di bellezza professionali on-demand”.

Parrucchiere a domicilio

Deeva offre ai parrucchieri professionisti, formati ed equipaggiati la possibilità di erogare qualsiasi trattamento a un livello professionale direttamente presso il domicilio del cliente, è sufficiente che selezionare il servizio di cui si ha bisogno, fornire le disponibilità e con pochi clic si può prenotare il tutto. La piattaforma segue con cura ogni fase dell’esperienza cliente, dalla generazione dei primi contatti alla gestione dei clienti dal calendario dei parrucchieri, fino all’erogazione del servizio e alla raccolta dei feedback. Deeva è anche una rivoluzione per il mercato del lavoro della bellezza: apre le porte a professionisti che hanno voglia di lavorare in modo innovativo e indipendente, ma completamente supportati da un’azienda che investe su di loro.

WHITEPAPER
Crowdfunding: Scopri il potere del finanziamento collettivo e trasforma le tue idee in realtà!

Entro la fine del 2024 è previsto l’avvio dell’attività in altre due città, con un incremento in organico di tre risorse.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 3