Ecco le 16 startup selezionate per MCE4X4 2019
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
Ecco le 16 startup della mobilità selezionate per MCE4X4 2019

Ci siamo. Le sedici startup selezionate, dalle oltre 120 application pervenute, per l’edizione 2019 di MCE4X4 sono state annunciate ufficialmente. Si tratta di quattro startup per ognuna delle quattro sezioni previste dal processo di selezione, 4X4 appunto e per ognuna delle quattro sezioni c’è anche già il primo ‘vincitore’, ovvero la startup che ha ricevuto i maggiori consensi da parte di chi ha voluto partecipare alla votazione social.

MCE4X4 non è però, va ricordato, un concorso a premi, ma è un’attività che per volontà di Assolombarda, di Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi e con l’azione di advisor di Nuvolab, si propone di facilitare l’incontro tra il mondo industriale dei settori della mobilità, dell’energia, dei servizi urbani con quello delle startup portatrici di innovazioni significative in questi settori. Perciò tutte le 16 startup che saranno presenti con i loro prodotti e le loro soluzioni all’evento del 17 maggio , sono aziende che fanno innovazione di alto profilo e che sono già in uno stadio di sviluppo piuttosto avanzato, quindi pronte, o quasi, al mercato e certamente interessanti per le aziende che verranno a conoscerle.

Per la sezione Super Interaction le quattro selezionate sono: Link Innovation , che è la preferita di questo gruppo dal sondaggio social e che progetta e produce veicoli elettrici innovativi che si inseriscono nel mercato della last mile mobility; GiPStech che fornisce infrastruttura e servizi di localizzazione ad altissime performance dove il GPS non è sufficiente, per esempio in ambienti indoor di grandi dimensioni; Dilium Carscare che ha sviluppato un sistema integrato basato su intelligenza artificiale e big data che consente di avere sotto controllo il proprio veicolo in un’app; Wise Town che sta per Web Information Streams Enhancer for your Town è un ecosistema di applicazioni e strumenti per migliorare la qualità della vita dei cittadini in un ambiente collaborativo.

La sezione Super Cleantech vede partecipare Acc che ha sviluppato, progetta e costruisce i veicoli ZodiaC; Go Volt che è la preferita dal sondaggio social e ha sviluppato una piattaforma di scooter sharing elettrico senza trascurare il design; anche Scuter (di cui scrivemmo qui) propone un servizio di mobility as a service basato su scooter elettrico che si guida senza casco progettato apposta per l’uso condiviso. E-Gap è invece il primo servizio di ricarica mobile per veicoli elettrici, sviluppato per affrontare la ancora troppo ridotta diffusione di colonnine dedicate.

Super Enterprise vede Aircnc  essere quella che ha raccolto le maggiori preferenze dal sondaggio social ed è una piattaforma B2B per la condivisione di ore macchina. Vi è poi Upooling che è la prima app per il carpooling con chiave digitale e un’intelligenza artificiale capace di ottimizzare i costi della mobilità aziendale; Brochesia sviluppa soluzioni software per smart glasses per migliorare l’efficienza delle aziende, riducendo tempi e costi attraverso la realtà aumentata; mentre Movesion propone Mobility City, sistema in grado di monitorare le abitudini di mobilità e la propensione al cambiamento degli utenti in modo preciso e in tempo reale.

Infine per la categoria Super Services sono state selezionate: Auting che ha messo a punto un servizio per la condivisione auto tra privati mettendo in contatto chi possiede un’auto poco utilizzata con chi ne ha bisogno per un breve periodo; Tiassisto24 (di cui abbiamo scritto qui ) è la piattaforma in cloud di micro-servizi assicurativi, automobilistici e legali per gli automobilisti. Ci sono poi Veontime , la preferita dal sondaggio social per questa categoria, che è una piattaforma per spedire documenti e pacchi usando le linee bus con guadagni in termini di tempo, soldi e protezione dell’ambiente. E poi Wher, l’app per la mobilità femminile che aiuta le donne a sentirsi più consapevoli, sicure e libere in città.

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

25 aprile 2019


Articoli correlati
Video Consigliati
reply