Investimenti in startup, cosa manca in Italia
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK
Investimenti in startup, cosa manca in Italia

Emil Abirascid  parla con Dario Giudici di SiamoSoci dei freni e delle diffidenze rispetto all’investimento in startup che ancora esistono nell’ecosistema italiano. Un ecosistema molto cresciuto negli ultimi anni, ma nel quale i capitali investiti sono ancora troppo pochi.

In Italia c’è da sempre capacità imprenditoriale, la qualità delle startup e dell’ecosistema è migliorato, ma ancora mancano alcuni ingredienti, secondo Giudici, in particolare a livello “culturale” nel mondo degli investitori : cioè manca la consapevolezza che oggi gli investimenti in startup possano diventare una strategia per diversificare il portfolio; e manca anche la consapevolezza che non è essere necessario essere “esperti” di startup, perchè vi sono strumenti, veicoli e piattaforme che agevolano e mediano questo tipo di investimenti.

SiamoSoci è una piattaforma di questo tipo, uno degli ultimi investimenti che sono stati realizzati attraverso la piattaforma è quello annunciato nei giorni scorsi nella startup Le Cicogne. 

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

23 luglio 2016


Articoli correlati
reply