La startup immobiliare Casavo raccoglie 7 milioni di euro
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
La startup immobiliare Casavo raccoglie 7 milioni di euro

Non ha ancora due anni di vita Casavo, la piattaforma digitale italiana che propone l’instant buying immobiliare, che oggi annuncia la chiusura di un round di finanziamento pari a circa 7 milioni di euro in equity. Lead investor è Project A Ventures, fondo europeo di venture capital con sede a Berlino, che si è aggiunto a investitori che avevano già sostenuto Casavo, come Picus Capital, con sede a Monaco, e al fondo di investimento italo-francese 360 Capital Partners. Tra gli altri, hanno preso parte a questo round anche Kervis Asset Management, Boost Heroes , Marco Pescarmona (fondatore e presidente del Gruppo MutuiOnline) e Rancilio Cube. Ad oggi, Casavo ha ottenuto disponibilità per un totale 21 milioni di euro, tra equity e finanziamento tramite debito, modalità molto differenti per finanziarsi e di cui non viene divulgato di più, ma se Crunchbase riporta correttamente la raccolta effettiva in capitale di rischio dovrebbe complessivamente aggirarsi sui 10-11 milioni. Ammontare notevole nel contesto italiano e per una startup così giovane, in un settore che in Italia si sta riprendendo e si sta aprendo alla digitalizzazione con le startup proptech, tra le quali c’è anche Homepal, e l’esplosione del crowdfunding immobiliare.

“Casavo è cresciuta rapidamente e ha conquistato la fiducia del mercato e degli investitori. L’ingente afflusso di capitali testimonia una forte fiducia nei confronti del nostro innovativo modello di business. Siamo molto orgogliosi di aver aperto il mercato italiano a investitori internazionali come Project A. Questa iniezione di capitale andrà a sostenere i nostri piani di crescita in Italia e nel Sud Europa e la nostra missione, ossia migliorare l’esperienza dei venditori e degli acquirenti nel segmento residenziale del settore immobiliare”, ha dichiarato Giorgio Tinacci, fondatore e CEO di Casavo.

Casavo ha chiuso più di 50 operazioni immobiliari investendo più di 11 milioni di euro ed è cresciuta da 2 a 30 dipendenti in poco più di un anno. Più di 700 agenzie immobiliari hanno aderito al network Casavo a Milano e Roma. Ad aprile Casavo diventerà operativa anche a Torino e Firenze, focalizzandosi poi su altre aree metropolitane italiane ed estendendosi in altre nazioni dell’Europa meridionale.

Grande aspettativa da parte del nuovo investitore Project A Ventures, il cui general partner Anton Waitz ha dichiarato “Siamo entusiasti di aver chiuso il nostro primo investimento in Italia. I risultati ottenuti da Casavo sono entusiasmanti e siamo positivamente colpiti dall’instancabile concentrazione e dalla capacità di esecuzione di Giorgio e del suo team. Ora il nostro obiettivo è supportare l’azienda nel processo di crescita al fine di farne la principale realtà tecnologica del settore immobiliare in Italia e in tutto il Sud Europa. Siamo convinti che il sistema italiano delle startup stia crescendo, diventando sempre più attrattivo per i fondi di investimento internazionali che ne sosterranno la crescita nei prossimi anni”.

Il finanziamento appena ricevuto verrà utilizzato per migliorare e incrementare le caratteristiche tecnologiche della piattaforma, con l’obiettivo di rendere il processo più efficiente e di conseguenza aumentando ulteriormente la velocità della transazione. Inoltre, la società sta lavorando su ulteriori servizi aggiuntivi per i clienti, che saranno disponibili nell’immediato futuro

Come funziona Casavo

Fondata a Milano nel 2017 da Giorgio Tinacci, Casavo si pone l’obiettivo di abbattere le tempistiche di vendita, eliminando al contempo stress e incertezza dal processo.

Fa leva sulla piattaforma tecnologica che consente di analizzare velocemente i dati della proprietà, circa 70 parametri, e offrire una valutazione e offerta di acquisto in tempo reale .

Il modello dell’Instant Buyer (iBuyer), consente così ai venditori di evitare la seccatura e l’incertezza legate alla valutazione, alla ristrutturazione, alle visite e a mesi di attesa prima di individuare un acquirente. Con l’accettazione dell’offerta, Casavo organizza un sopralluogo gratuito della proprietà, mentre il venditore riceve l’intero pagamento entro 30 giorni. La proprietà viene infine ristrutturata e venduta al nuovo proprietario direttamente da Casavo. Un processo chiaro e trasparente che favorisce la fiducia e la tranquillità dei clienti. La combinazione del vantaggio tecnologico con l’attenzione del team sull’esecuzione impeccabile, consente a Casavo di ridurre il tempo di vendita, che rappresenta uno dei temi di maggiore importanza per il venditore.

 

 

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

26 febbraio 2019


Articoli correlati
Video Consigliati
reply