video

Leaks of the week #38, Scalapay, rapporto Vem, Srl online

Trentottesima puntata di Leaks of the week, si parla di Scalapay e dell’ecosistema italiano, dei dati del rapporto Vem, di investimenti, del ritorno della Srl online

28 Feb 2022

Questa puntata di Leaks of the week è andata in onda il mattino del primo giorno della guerra di invasione perpetrata dalla Russia ai danni dell’Ucraina e quindi abbiamo deciso di dedicare alcune riflessioni all’importanza che ha l’informazione e la sua correttezza, la verifica delle fonti, negli scenari di conflitto e al fatto che anche l’Ucraina ha un ecosistema di startup florido la cui punta di diamante è certamente Grammarly, che molti di noi utilizzano tutti i giorni per migliorare i propri scritti in inglese.

Si è poi parlato del round i di Scalapay e delle implicazioni che esso ha sia per l’azienda sia per l’ecosistema italiano e qui si aprono le questioni legate al significato odi unicorno e a quello di italianità, definizioni che a seconda del livello di ‘purismo’ applicato possono apparire più o meno vere, come abbiamo scritto ciò che conta è che ci siano aziende fatte da bravi imprenditori che sono in grado di creare valore anche in Italia e tali aziende non solo hanno il diritto ma anche il dovere di strutturarsi al fine di potere crescere al meglio, quindi se Scalapay che oggi ha la gran parte dei suoi asset in Italia ma che ha mosso i primi passi in Australia e che ha la holding di diritto irlandese per essere maggiormente appetibile agli investitori internazionali, visto che nella sua cap table quelli italiani giocano un ruolo marginale, la vogliamo considerare un unicorno italiano, così come peraltro ha deciso di fare anche tutta la stampa specializzata internazionale, va bene, importante è però avere consapevolezza che celebrarla come tale è anche occasione per mettere in luce le inefficienze dell’ecosistema che ancora ha difficoltà a essere attrattivo per gli investitori internazionali. Tutto sempre senza dimenticare che se vogliamo essere competitivi è opportuno che il nostro ecosistema di riferimento sia sempre di più quell europeo.

Il quadro dei flussi finanziari lo offre questa settimana il rapporto Vem realizzato da Aifi, Iban e Liuc che fotografa gli investimenti in startup italiane e startup internazionali fondate da imprenditori italiani e realizzati sia da venture capital, sia da venture capital insieme a business angel, sia da business angel rilevando un ammontare complessivo che nel 2021 ha toccato i due miliardi di euro, una cifra che seppur in forte crescita con quella registrata l’anno precedente resta però, come già avevano anticipato altri rapporti che analizzano l’andamento degli investimenti in startup e scaleup in Italia, esponenzialmente inferiore a quelle delle altre economie europee simili alla nostra come Germania, Francia ma anche Spagna.

Il 2022 è iniziato bene per gli investimenti in startup e continua a dare segnali di forte dinamismo anche per quanto riguarda la nascita di nuovi veicoli di investimento e poi è tornata la possibilità di costituire la Srl online come spiega in modo dettagliato questo articolo a cura dello studio legale Portolano Cavallo. Vitesy è la startup of the week.

Leaks of the week va in onda tutte le settimana in diretta su diverse piattaforme, per esempio Linkedin, e può essere rivista in ogni momento su diverse piattaforme, per esempio YouTube , e può essere ascoltato in podcast su diverse piattaforme, per esempio Spreaker.

Buona visione.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4