video

Leaks of the week #41, veicoli di investimento, exit, call, news dal mondo

I nuovi veicoli di investimento FoolCapital e Eureka! T, le startup dell’acceleratore Fin+Tech, call Ntt Data, exit di B-Shiver, investimenti, Clearview in Ucraina, la condanna di Elizabeth Holmes

21 Mar 2022

Quarantunesima puntata di Leaks of the week, dall’ecosistema startup italiano arrivano questa settimana gli annunci di due nuovi veicoli di investimento: FoolCapital, collegato al venture builder FoolFarm che sviluppa startup negli ambiti dell’intelligenza artificiale, della blockchain e della cybersecurity, che avrà una dotazione complessiva di 25 milioni di euro, e Eureka! TT società di investimento creata da Eureka! Venture che si propone di investire in progetti in fase di proof of concept che sono sviluppati in seno alle università e ai centri di ricerca italiani, la società debutta con già tre investimenti deliberati per un totale di 800mila euro in tre progetti che sono in fase di perfezionamento presso il Politecnico di Torino, l’Università di Cagliari e il CNR, intento di questa iniziativa è chiaramente quello di sostenere progetti di ricerca fin dalle fasi iniziali con l’obiettivo poi di tradurli in startup vere e proprie e quindi passare a un investimento più tradizionale. Sono state annunciate le sedici startup del primo batch dell’acceleratore Fin+Tech che si concentra su innovazione in ambito fintech e insurtech e che fa parte del circuito di acceleratori sostenuti dal CDP Venture Capital oltre che da una serie di partner come Digital Magics e Startupbootcamp. Partita la nuova call internazionale di Ntt Data che si sviluppa in tutto il mondo e che ha anche il suo capitolo italiano, anche in questo caso il colosso giapponese ha voluto coinvolgere una serie di partner industriali e ha creato una serie di challenge alle quali lee startup possono candidarsi, si registra poi la exit di B-Shiver da parte del fondo Ingenium Sardegna, mentre a livello internazionale si torna a parlare di Clearview che dopo avere preso una multa salatissima per aver utilizzato in modo non conforme alle normative della privacy la sua tecnologia per il riconoscimento facciale, ha fatto l’offerta di concederne l’uso al governo ucraino nella sua lotta contro l’invasione russa e si torna a parlare anche di Elizabeth Holmes, la fondatrice di Theranos che è stata condannata da un tribunale californiano che l’ha riconosciuto colpevole di 4 degli 11 capi di accusa che la vedevano imputata, l’aspetto bizzarro di questa condanna è che i capi di accusa per cui è stata riconosciuta colpevole riguardano la truffa nei confronti degli investitori di Theranos mentre ciò che la società ha fatto nei confronti dei pazienti non è stato giudicato come reato.

Leaks of the week è, tra l’altro, anche su Linkedin, Youtube, Spreaker . Buona visione.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3