Life science, Altheia Science raccoglie 9,3 milioni di euro
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
Life science, Altheia Science raccoglie 9,3 milioni di euro

La startup eccellenza del life science è stata fondata da Alessandra Biffi e Paolo Fiorina, talenti italiani attivi negli Usa, con la società di trasferimento tecnologico milanese AurorA-TT

Altheia Science, startup biotech fondata da due scienziati italiani di fama internazionale, Alessandra Biffi e Paolo Fiorina, insieme con la società di trasferimento tecnologico AurorA-TT, ha appena chiuso un round A da 9,3 milioni di euro di investimenti e ha siglato un accordo di licenza con il Boston Children’s Hospital per poter sviluppare cure e medicine risolutive per le malattie auto-immuni, concentrandosi su sclerosi multipla e diabete.

Il capitale, riferisce un comunicato, potrebbe essere esteso fino a 17,7 milioni di dollari (15 milioni di euro). Gli investitori includono privati con precedenti successi nel settore biotech e Fidim-Rottapharm Biotech della famiglia Rovati. Il capitale garantirà ad Altheia Science i mezzi per tradurre rapidamente la ricerca in studi clinici. “La campagna di raccolta fondi è stata più veloce di quanto mi aspettassi, confermando la qualità della nostra ricerca scientifica” ha detto l’amministratore delegato e presidente, Paolo Rizzardi.  “Possiamo rivendicare la caratteristica unica di coniugare esperienza e know-how di alto livello nelle malattie autoimmuni, nella terapia cellulare e genica e nella medicina traslazionale. Crediamo che la conoscenza, il pensiero innovativo e uno spirito pionieristico siano gli ingredienti per fornire una medicina trasformativa, prestando la massima attenzione alla rigore scientifico e alla sicurezza del paziente”.

Leggi di più su EconomyUp

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

26 settembre 2018


Articoli correlati
Video Consigliati
reply