internazionalizzazione

Modefinance, la fintech triestina si espande in Medio Oriente, Africa e Asia

La scaleup triestina Modefinance che opera nell’ambito dell’analisi del gestione del rischio di credito, annuncia la sua espansione internazionale

29 Nov 2021

Modefinance, startup nata come spin-off accademica e diventata la prima agenzia di rating fintech in Eruopa annuncia i suoi piani di espansione internazionale. Nace Modefinance international che fa il suo ingresso sui mercati internazionali per portare le proprie soluzioni e know-how in tutto il mondo, con focus primario sulle regioni Medio-orientali, Africa e Asia. La presenza sul territorio sarà strutturata attraverso l’apertura di diversi desk operativi nell’intera regione.

A guidare il nuovo progetto saranno Cristian Giacomini, in qualità di CEO, e Gianfranco Sanseverino, come deputy CEO. Modefinance, con l’avvio dell’internazionalizzazione intende esportare a livello globale l’esperienza maturata e le proprie competenze in ambito data science, intelligenza artificiale e tecnologie avanzate. Prima fra tutte, Tigran, soluzione di rating-as-a-service recentemente brevettata e capace di automatizzare e digitalizzare le procedure di analisi e valutazione del rischio di credito per il mondo bancario e finanziario. Tigran ha ottenuto il brevetto grazie alle sue caratteristiche distintive di modularità, adattabilità di approccio a scopi diversi, sviluppo interno di modellistica e risparmio concreto di risorse computazionali.

La forte specializzazione nella valutazione dell’affidabilità creditizia di aziende e banche e le competenze in ambito data science, AI e tecnologie avanzate, hanno permesso a Modefinance, fin dal 2015, una crescita costante anno su anno del 50% e lo sviluppo di soluzioni innovative e facilmente personalizzabili sulle specifiche esigenze dei clienti italiani ed esteri. Ne è un esempio la collaborazione con Etihad Credit Insurance (ECI), società federale di export credit degli Emirati Arabi Uniti, creata per sostenere lo sviluppo delle esportazioni non petrolifere del Paese, il commercio, gli investimenti e i settori strategici, rafforzando la competitività delle imprese nei mercati locali e internazionali, progetto premiato dalla Banca Centrale degli Emirati Arabi Uniti e dall’Abu Dhabi Global Market (ADGM) al FinTech Abu Dhabi Innovation Challenge 2020.

L’area Medio Oriente, Asia, Nord Africa si sta affermando quale punto di riferimento per lo sviluppo del fintech a livello globale: secondo l’analisi internazionale effettuata dal Centro per la Finanza Alternativa dell’Università di Cambridge, dalla World Bank e dal World Economic Forum, la regione nel 2020 ha visto una crescita del settore fintech del 40%. Clifford Chance, nel recente studio Fintech in the Middle East and Developments across MENA, evidenzia come le autorità abbiano trovato un giusto bilancio tra innovazione, facile accesso ai servizi finanziari e protezione dei dati personali agevolando la nascita e lo sviluppo di iniziative volte a digitalizzare i servizi finanziari. Tra quelle di maggior successo, lo scorso maggio è stato avviato a Dubai il nuovo Innovation Hub che, parte del Dubai Future District, ha l’obiettivo di stimolare la collaborazione tra realtà fintech e grandi corporate per agevolare la crescita delle startup e lo sviluppo del settore.

Valentino Pediroda, cofondatore e amministratore delegato di modefinance commenta in una nota: “Come Modefinance, siamo fermamente convinti che l’automazione del processo di valutazione del rating possa essere un elemento di forte interesse in economie emergenti quali Africa ed Asia, toccando molti settori, dalle banche agli asset management fino alle multinazionali. Abbiamo scelto di ampliare lo spettro d’azione focalizzandoci sull’area del Medio Oriente grazie agli ottimi riscontri del mercato avuti fino a ora”. Cristian Giacomini, CEO di modefinance international aggiunge: “La nascita di Modefinance international LTD conferma il grande potenziale del fintech italiano e il valore del modello proposto da Modefinance, applicabile sia ad ecosistemi maturi che a mondi emergenti. La razionalizzazione del processo di gestione del rischio di credito mediante un approccio completamente personalizzato, basato su una tecnologia innovativa, ha svolto un ruolo importante a livello locale e globale durante tutta la pandemia per le società coinvolte nelle attività di prestito e garanzia. Lo stesso approccio sarà la chiave per guidare la crescita internazionale e aumentare il livello di fiducia per le aziende coinvolte in segmenti storici meno serviti, come i prestiti alle PMI o gli investimenti in prodotti conformi ai criteri ESG”.

Modefinance international è il risultato della sinergia, sia in termini di capitale umano sia di investimenti, tra Modefinance e il suo distributore esclusivo per Africa e Asia A for Value, accordo attivo dal 2018 che ha già portato significativi risultati relativamente alla conoscenza e al posizionamento dell’offerta di Modefinance sul mercato di riferimento. Il positivo impatto sulla digitalizzazione del processo di analisi e gestione del rischio finanziario, e sullo sviluppo di soluzioni personalizzate, con istituzioni e banche dei continenti Asia e Africa è dimostrato dai recenti accordi siglati con Mudaraba, Bayan e Fidelity Bank.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2