investimenti

Round seed da 550mila euro per Genuine Way

La startup accelerata da Le Village fa leva sulla blockchain per aiutare le aziende a gestire la sostenibilità

02 Mag 2022

Genuine Way, startup accelerata da Le Village by Crédit Agricole in partnership con Lifegate e Ve-Chain, nata nel 2019 per creare soluzioni digitali pronte all’uso per aziende di piccole e medie dimensioni che vogliono comunicare in modo più trasparente la propria sostenibilità ambientale e filiera attraverso la tecnologia blockchain, chiude un round da 550mila euro. 

Il round è guidato da una cordata di business angel internazionali del settore tech e sostenibilità, provenienti, tra le altre, da Svizzera, Italia, Germania, Scandinavia e Israele.

Grazie al concept della notarizzazione di una “Dataroom ESG” su blockchain, Genuine Way è riuscita, in un breve periodo di tempo, a presentarsi sul mercato come il provider di riferimento per la tracciabilità verticale relativa alle tematiche ambientali.  Con i capitali raccolti, Genuine Way intende sviluppare e migliorare la propria tecnologia, così come integrare il suo team con risorse specializzate sia in ambito tecnico che in ambito commerciale. Intende altresì rafforzare alcune partnership chiave in Italia per rendere GenuineWay un Gruppo di riferimento per l’offerta di servizi blockchain sul territorio nazionale.

Con 12 dipendenti, tra la sede italiana e quella svizzera, un fatturato cresciuto del 230% tra il 2020 e 2021, con obiettivo di un ulteriore +200% nel 2022: i numeri della startup continuano a crescere. Di recente sono stati integrati nell’azienda un nuovo head of sales, un CFO e responsabili commerciali in Germania, Portogallo e Brasile.

Oggi Genuine Way lavora con oltre 40 aziende tra cui Ponti, Womsh, Sabatini Gin, Cantine Lizzano, in 7 Paesi : Italia, Svizzera, Regno Unito, Portogallo, Paesi Bassi, Germania e Austria. Gestisce oltre cinque milioni di qr-code generando mensilmente migliaia di interazioni con consumatori interessati alla sostenibilità.

Genuine Way affronta una delle problematiche pivotali che oggi rallentano la transizione ecologica: il green washing. La tecnologia è qui per aiutare da una parte il consumatore a fare scelte etiche, dall’altra parte l’azienda virtuosa a convertire il meritato vantaggio competitivo che deriva dalle proprie scelte ambientali e sociali – spiega in una nota Walfredo della Gherardesca, co-fondatore e CEO di Genuine Way – Questo early-seed round è molto importante per noi perché sostiene la fase di crescita della startup nel momento chiave in cui può posizionarsi strategicamente in un mercato ancora molto giovane”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3