Female Founder

StartupHER, ecco i 4 progetti che saranno supportati

Due mesi di incubazione che inizierà il prossimo 3 ottobre: le 4 giovani società con female founder potrebbero trovare proprio nell’iniziativa promossa da Agos e Associazione Donne 4.0 il trampolino del loro successo

29 Set 2022

“Le idee selezionate sono allineate con gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile: sistemi di economia circolare per abbattere i costi ambientali e di sostenibilità sociale, piattaforme per creare reti di compravendita e di recupero, connessioni tra le persone per condividere esperienze e conoscenze. Sono quindi questi i criteri che hanno determinato la scelta delle startup premiate. Il bando prevedeva la scelta di tre idee, ma la qualità delle proposte ci ha indotti ad ampliare questa opportunità a 4 sogni da realizzare!”. Così Darya Majidi, Presidente di Donne 4.0, Associazione e CEO di Daxo Group, commenta la chiusura della call per startup lanciata nei mesi scorsi in collaborazione con Agos e di Le Village by Crédit Agricole Milano.

Un’iniziativa a supporto delle startup a guida femminile, volte a ridurre il gender gap. Ma anche a rispondere ad altre esigenze di sostenibilità.

Elodie Brides, Strazee, Walley e Travelin sono i progetti selezionati che accedono ora a un percorso di affiancamento delle imprenditrici nei prossimi due mesi per supportarle nella definizione della loro idea di Business Model attraverso attività di mentoring e coaching, branding e marketing strategico e laboratori di gruppo, che potranno essere fruite sia online che in presenza.

Le startup vincitrici del bando StartupHER

Le 4 startup selezionate hanno tutte sviluppo online, a dimostrazione ulteriore che le nuove generazioni prevedono un business sempre più spostato sulla rete. Anche nel mondo delle imprese sono spesso le visioni differenti e trasversali a determinare il successo sul mercato. Proprio per questo, far emergere gli elementi distintivi della leadership femminile, facendone la base della loro idea di business, sarà ora il compito delle imprenditrici selezionate.

WHITEPAPER
Mobilità sostenibile: una guida a progetti, incentivi e ruolo chiave di sharing e veicoli elettrici

ELODIE BRIDES: l’88% delle future spose cerca ispirazione sulla rete e, in Europa, il 10% degli abiti da sposa è venduto online per un valore pari a 290 milioni di euro e 210 mila capi, con un’aspettativa di raggiungere 870 milioni di euro entro i prossimi due anni. Queste le potenzialità di crescita di mercato che fanno di ELODIE BRIDES una startup da valorizzare. Le due fondatrici hanno l’ambizioso obiettivo di fare di Elodie il primo marketplace in Europa per l’acquisto di abiti e accessori per la sposa; un settore in forte crescita.

STRAZEE: l’idea nata da un’Ingegnera gestionale, ci porta, sempre attraverso una piattaforma marketplace, nel settore del “second-hand”, mercato in forte crescita utilizzato nel 2021 da 23 milioni di italiani. Dedicata a utenti privati ma anche ai negozianti in cerca di un nuovo canale di vendita, offre un servizio a 360 gradi a tutti coloro che vogliono acquistare o rivendere articoli sportivi outdoor online e apparentemente ad oggi senza competitor diretti nel nostro paese.

WALLEY: se è vero che la finanza deve diventare sempre di più “un mondo per donne” ecco tra le startup WALLEY, una Community alleata per l’educazione finanziaria al femminile. Rivolta in particolare alla generazione Z e ai Millennial – 6 milioni in Italia di cui 30.000 donne (ma solo 1 su 4 si occupa della gestione delle finanze della famiglia) – partirà da un check up del patrimonio personale fino ad arrivare ad un programma tailor-made di gestione e investimento, offrirà masterclass di approfondimento, coaching e networking attraverso consulenti finanziari dedicati.

TRAVELIN: la sostenibilità e la particolare attenzione all’inclusione sociale fanno certamente parte del “modo” di fare impresa al femminile, da qui la peculiarità dell’idea imprenditoriale prescelta da StartupHER e piattaforma di condivisone di itinerari culturali ed esperienziali, dove la sostenibilità sociale è al centro del progetto ideato da un team impegnato nel combattere le disparità.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3