Equity crowdfunding in Italia, i primi tre anni in un'infografica
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK
Equity crowdfunding in Italia, i primi tre anni in un’infografica

42 campagne, poco meno di 10 milioni di euro raccolti, 67 il numero di investitori mediamente coinvolti: sono numeri dei primi tre anni di equity crowdfunding in Italia.

Regolamentato nel 2013 da Consob e propriamente ‘partito’ nel 2014, l’equity crowdfunding è una modalità di finanziamento che consente a società non quotate, tipicamente alle startup e pmi innovative, ma anche altre realtà (vedi per esempio la campagna lanciata dal Club Italia Investimenti 2 su Mamacrowd, la piattaforma di Siamo Soci)  di raccogliere risorse finanziarie dal pubblico – dalla folla, crowd –  a fronte del trasferimento di quote azionarie. In sostanza permette di diventare soci di capitali.  Secondo la definizione adottata appunto da Consob “Si parla di equity-based crowdfunding quando tramite l’investimento on-line si acquista un vero e proprio titolo di partecipazione in una società: in tal caso, la “ricompensa” per il finanziamento è rappresentata dal complesso di diritti patrimoniali e amministrativi che derivano dalla partecipazione nell’impresa.” 

Pilastro del crowdfunding è l’attività delle piattaforme che in Italia è stata assimilata alla sollecitazione del pubblico risparmio e dunque è stata regolamentata nell’ambito MiFID; inoltre in Italia le piattaforme di equity crowdfunding sono solo quelle autorizzate da Consob  (attualmente sono 19 quelle iscritte nel registro dei gestori dei portali) .

Nel 2016 il primo regolamento Consob è stato modificato, come abbiamo riportato qui, apportando degli aggiustamenti che permettono di rendere più agili le procedure per far affluire investitori nel mercato. Gli effetti si sono sentiti, poiché in parte per questo motivo, in parte per la crescente cultura e predisposizione del pubblico verso questo tipo di investimento, il 2017 vi è stata un’impennata nel volume e nel numero degli investimenti in startup attraverso campagne di equity crowdfunding, alcune delle quali hanno raggiunto livelli straordinari.

L’infografica dinamica qui di seguito, realizzata da CrowdfundingBuzz, riassume tutti i dati 2014-2017 sul mercato equity crowdfunding in Italia: quante sono state le campagne di equity crowdfunding  finanziate con successo, su quali piattaforme, quanti sono stati gli investitori, la cifra media raccolta, ecc.

Le piattaforme che hanno totalizzato il maggior numero di campagne di successo e di soldi complessivamente raccolti sono Mamacrowd, CrowdFundMe e Starsup. 

 

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

14 novembre 2017

Categorie:

Must Read, Report


Articoli correlati
Video Consigliati
reply