Everli chiude un round series C da 100 milioni di dollari

31 Mar 2021

Everli, la scaleup un tempo nota con il nome di Supermercato24, annuncia di avere chiuso un round series C da 100 milioni di dollari.

L’operazione è guidata da Verlinvest e vede la partecipazione di Luxor, DN Capital, C4 Ventures, Convivialité Ventures e la conferma dell’impegno da parte di Fitec che fa capo al Fondo Italiano d’Investimento, 360 Capital, Innogest e DIP che erano già investitori della scaleup.

In una nota Everli ha fatto sapere che userà questi nuovi capital per accelerare il suo processo di espansione internazionale.

La società offre un servizio di delivery della spesa permettendo agli utenti di scegliere il punto vendita e ha registrato nel 2020 un fatturato pari a 110 milioni di euro con una quota dello stesso che proviene da attività internazionali di circa il 20%, oltre che in Italia dove ha sede, la scaleup opera infatti anche in Polonia, Repubblica Ceca, Francia coprendo in tutto circa 70 città.

Federico Sergenti, CEO di Everli aveva raccontato a Startupbusiness il perché Everli offre un servizio che ha significativo impatto sociale (qui l’intervista).

Nata nel 2014, l’allora startup si mise in luce fin da subito vincendo nel gennaio del 2015 la 360by360 Competition di 360 Capital che poi è diventato investitore , in quella occasione Enrico Pandian, uno dei fondatori, raccontava così a Startupbusiness di Supermercato24 .

A metà del 2016 fu annunciato un round da 3 milioni di euro , e nel febbraio del 2020 uno nuovo investimento da 11 milioni di euro . Nel mentre, a ottobre del 2019 l’allora ancora Supermercato24 acquisì la polacca Szopi che aveva sviluppato un business del tutto simile e aveva raccolto fino a quel momento investimenti per circa 1,7 milioni di euro, per accelerare il processo di internazionalizzazione.

Internazionalizzazione che è diventata chiaro obiettivo a metà dello scorso anno quando la scaleup ha deciso di cambiare nome, diventando così Everli, obiettivo il cui raggiungimento vive ora una accelerazione grazie proprio a questo round da 100 milioni di dollari.

Photo by Peter Bond on Unsplash

Articolo 1 di 4