ecosistema

A-Road, da Growth Capital l’acceleratore per scaleup

A-Road avrà due batch all’anno della durata di sei mesi a cui parteciperanno ogni volta cinque scaleup che riceveranno anche un investimento compreso tra i 200mila e i 500mila euro

02 Ott 2021

A-Road è un programma di accelerazione che ha una caratteristica: si occupa esclusivamente di scaleup che puntano a chiudere un round di investimento serie A. Il programma è al suo debutto, ha chiuso la call per seleziona le cinque scaleup da inserire nel primo batch a metà settembre 2021 e ora sta procedendo alla selezione delle diverse candidature pervenute. 

A-Road è ideato e gestito da Growth Capital, ogni batch ha una durata di sei mesi e le scaleup selezionate ricevono un investimento compreso tra 200mila e 500mila euro dal veicolo di investimento associato al programma che li eroga sotto forma di nota convertibile. 

“Il nostro obiettivo – dicono a Startupbusiness Fabio Mondini e Marco Locatelli che hanno ideato il programma – è quello di proporci come acceleratore di elite e affiancare scaleup in fase di crescita per aiutarle a strutturarsi, a trovare i fondi per crescere e ad avere supporto dai nostri mentor che sono veri e propri consiglieri con esperienza di Ceo come Milena Mondini del Gruppo Admiral, Duccio Vitali di Alkemy, Marco Ariello che è stato il presidente di Moleskine, Roger Abravanel e Andrea Zocchi, direttori emeriti di McKinsey, Paola Bonomo, business angel”. 

Il programma prevede anche una serie di partnership con aziende come Amazon, Legance, Carter & Benson, Sisvel e il supporto di esperti i diversi ambiti: legale, brevetti, comunicazione. 

Growth Capital già lavora come advisor di scaleup e ha esperienza nella gestione di fundraising, fusioni e acquisizioni, i suoi fondatori inoltre hanno realizzato un veicolo di investimento che si chiama Growth Engine e vederla partecipazione anche di altri investitori privati. 

Puntiamo – aggiungono Mondini e Locatelli – a individuare aziende che possono arrivare a una evaluation tra i 10 e i 25 milioni di euro e che siano compatibili con tutte le caratteristiche così come definite da Growth Capital, dal comitato investimenti e dagli investitori di Growth Engine”. 

Considerara l’esperienza dei Ceo che attualmente collaborano con il programma, A-Road lavora al momento principalmente con scaleup che operano nei settori fintech, retail, digital, deep tech ma non è escluso che in futuro si apra anche a quelle del settario biotech e lifescience. 

Nelle prossime settimane saranno resi noti i nomi delle cinque scaleup selezionate per questo primo batch, mentre il prossimo vedrà la fase di application attiva tra gennaio e febbraio 2022. 

“Abbiamo in programma di organizzare un evento di kick off del primo batch tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre ma, diversamente da quanto accade per molti altri programmi di accelerazione, noi non faremo un demo day finale con gli investitori perché il nostro modello prevede un’azione costante e attiva fin dal primo giorno nella relazione con gli investitori ai quali desideriamo fare conoscere le scaleup che selezioniamo”. (Photo by Karsten Würth on Unsplash )

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4