vc voice

NextUp acquisisce Sweet Lilium

Grazie alla fusione dei due veicoli di partecipazione gli investimenti della società milanese entrano nel portafoglio della realtà di Reggio Emilia

Pubblicato il 12 Mag 2024

Monica Granieri, amministratrice unica di Sweet Lilium

NextUp, società di partecipazione non finanziaria con sede a Reggio Emilia, rende noto di avere sottoscritto l’atto di fusione per incorporazione di Sweet Lilium, veicolo lanciato a Milano nel 2017. L’operazione, che può essere considerata come un unicum nel frammentato panorama dei veicoli d’investimento in startup, rappresenta un possibile modello evolutivo per i club deal locali. Per effetto della fusione, NextUp subentrerà in tutto il patrimonio di Sweet Lilium.

Il portfolio di NextUp va così indirettamente ad ampliarsi con sei nuove startup che vanno ad aggiungersi alle undici già presenti, e sono: FrescoFrigo, frigorifero intelligente con tecnologia RFID; Gamindo, attiva nello sviluppo di videogiochi personalizzati per aziende; Mirta, marketplace che supporta e il lavoro degli artigiani italiani; Renoon, soluzione per la gestione della trasparenza e la compliance della sostenibilità; Screevo, assistente vocale per l’industria 4.0 e This Unique, assorbenti in cotone con modello in subscription.

“Siamo orgogliosi di questa operazione – dichiara in una nota Alessandro Annovi, presidente di NextUp – e dell’ingresso dei nuovi soci da Sweet Lilium, che accresceranno il prestigio di NextUp e il suo posizionamento come uno degli operatori di riferimento nel campo degli investimenti early stage. Il contestuale aumento di capitale deliberato da NextUp ci permetterà inoltre di continuare ad investire in realtà ad alto potenziale, come lo sono le undici startup già in portafoglio e le sei che ci prepariamo ad accogliere, le quali hanno già dimostrato di potersi imporre come leader nei propri settori di riferimento”.

Secondo Monica Granieri, amministratrice unica di Sweet Lilium, «l’operazione rappresenta una mossa intelligente nello scacchiere italiano dei club deal. Attraverso le masse critiche, si razionalizza la gestione, aumentano le potenzialità di ritorno e migliora l’attrattività per nuovi investitori. NextUp, potenziata dalle partecipazioni di Sweet Lilium, aumenta in visibilità e si pone come un operatore estremamente qualificato in un’area critica del Paese. Siamo convinti di aver fatto la cosa giusta”.

NextUp è una società di partecipazione non finanziaria nata come incubatore e trasformatasi in special purpose vehicle nel 2020, grazie all’impegno di un management team composto da professionisti ed esperti di innovazione e del mondo delle startup.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4