Prima exit per Gellify, il 51% di TechMass va a TeamSystem
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
Prima exit per Gellify, il 51% di TechMass va a TeamSystem

TeamSystem acquisisce da Gellify il 51% di TechMass, startup dell’industria 4.0. Per Gellify si tratta della prima exit che conferma il suo modello di ‘gellificazione’.

TeamSystem, leader italiano nel mercato delle soluzioni digitali per la gestione del business di imprese e professionisti, acquisisce da Gellify il 51% di TechMass, startup dell’industria 4.0 che progetta e sviluppa software per digitalizzare i processi produttivi.

TechMass era entrata nel portfolio di Gellify a gennaio 2019 e rappresenta la prima exit per la piattaforma di innovazione B2B fondata da Fabio Nalucci che mette in contatto le startup software e digitali alle aziende tradizionali, a seguito di un processo di ‘gellificazione‘. 

TechMass è una startup innovativa fondata in Italia nel 2017 dall’ingegnere padovano Andrea Massenz che ha ideato una soluzione in cloud – disponibile tramite web e app sia via desktop che mobile – in grado di ottimizzare i processi industriali e di accompagnare le aziende manifatturiere nel loro percorso di crescita e miglioramento.

Il sistema fornisce agli addetti di linea strumenti e informazioni in tempo reale per monitorare le performance delle linee e ottimizzare i processi industriali, con un approccio unico e innovativo nel suo genere.

A settembre TechMass è stata invitata a Yancheng e Xi’an in Cina alle semifinali del programma di scambio italo-cinese Best Startup Showcase & Entrepreneurship Competition nel filone “Advanced Manufacturing” e si è classificata al secondo posto della competizione. Sarà inoltre presente alle semifinali del programma insieme ad altre startup Europee.

“TechMass  è stata in grado in poco meno di un anno di seguire insieme a noi ed auxiell (società di lean transformation, ndr)  un percorso straordinario –  ha dichiarato Fabio Nalucci, CEO e Founder di Gellify – Crescita del team, consolidamento del progetto, nuovi clienti ed aumento dei ricavi sia in Italia che all’estero. Si tratta del primo risultato tangibile dell’efficacia del nostro programma di ‘gellificazione’.

Gellify opera attualmente tramite 3 business unit:

GELLIFY for start up, dedicata alla gellificazione delle start up che abbiano già espresso traction nel mercato; il programma di gellificazione fornisce servizi più complessi di quelli di mentorship e di base per la creazione dell’azienda tipici degli incubatori. Ha una durata di 6-24 mesi e coinvolge tutte le aree dell’azienda.

GELLIFY for corporate, focalizzata su servizi di open innovation alle PMI e alle large corporation, che vogliano costruire nuovi percorsi di business innovativi, con verticali su industria 4.0, fintech e foodtech.

GELLIFY DIGITAL INVESTMENT (GDI), composta da un team di investitori che si posiziona accanto ai principali venture capitalist italiani come capacità di investimento in start up. 

Attualmente ha un portfolio di 13 società (12 senza TechMass): Habble, Datrix, Datalytics, CrowdChicken, Deus Technology, Apparound, Iungo, beaconforce, Virality, Cyberdyne, Traipler, DDM, Jumple, Scytale, Eatsready. Gellify ha anche da poco investito nella scaleup US Entando.

 

Nell’immagine di copertina Paul, il dispositivo flessibile di TechMass per l’Industria 4.0.

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

28 ottobre 2019


Articoli correlati
Video Consigliati
reply