download bdsm
Alberto Onetti, ecco come funziona la Startup Europe Partnership

 

La Commissione europea ha lanciato due programmi per le startup: la Startup Europe Partnership e l’ European Digital Forum, entrambi sono supportati dal Leaders club composto dagli imprenditori innovativi europei che hanno portato le loro imprese al successo, i medesimi che hanno promosso lo Startup Manifesto. A loro la Commissione europea ha chiesto consigli e suggerimenti per implementare i due programmi e la prima azione si è concretizzata nella creazione di un segretariato per ognuno dei due programmi.

Per il programma Startup Europe Partnership il segretariato è stato affidato a Mind The Bridge e Nesta e a loro si aggiungerà presto un’altra organizzazione con sede a Berlino. Nesta è organizzazione no-profit britannica che ha come missione quella di aiutare singole persone e organizzazioni a sviluppare idee innovative, Mind The Bridge Foundation è anch’essa organizzazione no profit che ha come missione il sostegno della imprenditoria e della venture economy. Mind The Bridge ha oggi sede negli Stati Uniti ma entro pochi giorni aprirà ufficialmente la sede europea in Italia come anticipa a Startupbusiness Albero Onetti, chairman di Mind The Bridge Foundation (nella fotografia è a sinistra, insieme a Marco Marinucci fondatore dell'organizzazione che opera tra l'Eurppa e la Silicon Valley).

“Obiettivo del programma – dice Onetti – è quello di fare lo scale-up delle startup europee coinvolgendo diversi attori e principalmente le grandi aziende sia europee sia extraeuropee perché sono loro a costituire la maggiore opportunità per le potenziali exit delle startup. Il nostro primo obiettivo è quindi quello di creare matching tra le grandi corporation e le startup che selezioneremo e per realizzarlo intendiamo dare il via a un tour nelle principali capitali europee e collaborare con investitori, incubatori, acceleratori e altre organizzazioni che lavorano direttamente con le startup. Questa operazione non sarà però una semplice azione di promozione o di studio delle opportunità ma andrà direttamente sul concreto perché chiederemo alle grandi aziende di impegnarsi aprendo con noi e con le startup un canale operativo capace di portare a potenziali investimenti o acquisizioni, per questo alle grandi imprese chiederemo di inviare manager con potere decisionale a questi incontri che organizzeremo a partire da subito dopo l’estate”.

Telefonica, Orange e BBVA (Banco Bilbao Vizcaya Argentaria) sono le tre grandi imprese che già hanno aderito al progetto e fanno parte del comitato di indirizzo che supporterà il lavoro dei membri del segretariato. “Nello steering committee – spiega Onetti - ci sono anche la Cambridge University, IE Business School, HIIG (Humboldt Institute for Internet and Society) Berlin, European Investment Bank Group e l’European Investment Fund che potrà agire per affiancare gli investimenti delle grandi aziende nelle startup”.

Questa operazione ha l’ambizione di mettere l’Europa al centro della mappa e del traffico qualificato dell’ecosistema globale delle startup, cosa che oggi non avviene e che invece deve accadere per sfruttare le potenzialità che ci sono e portare la scena delle startup europee a un nuovo livello di maturazione: “la sfida è certamente ora quella di mantenere le promesse, sfida non certo da poco ma siamo pronti e decisi a vincerla, il programma è ambizioso e non è finanziato dalla Commissione europea che ha dato il suo endorsment ma non vi sono fondi pubblici coinvolti, l’obiettivo è coinvolgere le corporation in modo che siano loro stesse a volere supportare il progetto”.

Oltre alle attività di matching tra startup e grandi imprese il programma Startup Europe Partnership lavorerà anche a strumenti che consentiranno di condividere le best practice e a una mappa dell’ecosistema. “A proposito di mappe – conclude Onetti - stiamo per lanciare insieme a Startup Compass un’indagine specifica sull’Italia insieme a una sulla Germania e a una sulla Russia al fine di iniziare ad avere un quadro dettagliato e aggiornato dell’ecosistema (prossimamente su Startupbusiness saranno pubblicati maggiori dettagli su questo progetto, ndr)”. 

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

02 febbraio 2014

Categorie:

Notizie


Video Consigliati
Funding News

Big Data, la startup WaterView raccogl..

WaterView, startup dei big data incuba..

Startup ecommerce, 3 milioni per Lanie..

Lanieri è la startup ecommerce che ha ..

CoContest va in US e raccoglie 1,9 mil..

CoContest ha appena chiuso un round da..
Più letti

Shark Prank..

Dopo avere visto la prima puntata di S..

Cassa Depositi e Prestiti fa il Ventur..

Ci siamo. Il nuovo fondo di venture ca..

Ecco Endeavor, la noprofit che aiuta l..

Endeavor  non è un venture capital, al..
Più condivisi

Perchè in Italia non si investe in sta..

E' la domanda che serpeggia sempre, pi..

Chatbot, cosa sono e perchè sono impor..

L'organizzatore del primo evento itali..

Guida alle migliori startup city e sta..

Per fare start up all'estero la Silico..
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply