download bdsm
Successo, carriera, lavoro al tempo dell’innovazione esponenziale

cover bussola del successo

Paolo Gallo (direttore risorse umane del WEF) ha scritto il libro: ‘La Bussola del Successo. Le regole per essere vincenti restando liberi’ (qui un’anteprima) in cui da un lato raccoglie ciò che ha imparato dalla sua esperienza professionale e dall’altro offre una chiave di lettura sul significato di successo, sempre in termini professionali, nel contesto attuale, o meglio nel costante cambiamento che l’innovazione tecnologica porta, con le sue conseguenze sul mondo del lavoro e della società. Il libro si sviluppa usando parole chiave come passione, talento, libertà e declina il concetto di carriera non come corsa forsennata in cui tutto vale, ma come qualcosa di più profondo in cui anche imparare le regole e rispettarle è fondamentale.

Ecco come Paolo racconta a Startupbusiness del suo libro:

“Lavoro da molti anni come Direttore Risorse Umane; nello svolgere il mio lavoro, ho potuto verificare quanto sia più importante partire dalle domande giuste, piuttosto che cercare di indovinare le risposte. Ho potuto osservare centinaia di carriere e mi sono chiesto: ‘Come mai solo alcuni di noi hanno successo, molti si limitano a sopravvivere e tanti, troppi, falliscono?’. Abbiamo scelto un lavoro in base alla nostra passione e al nostro talento? Abbiamo capito le regole del gioco, la cultura organizzativa, per evitare di essere lost in translation, perduti nella traduzione? Siamo riusciti a costruire la fiducia, di chi ci possiamo fidare? Che prezzo siamo disposti a pagare per far carriera? Quando è il momento giusto di andarsene? Come valutiamo il successo professionale? Come rimanere liberi? Cosa conta veramente?”.

Queste le domande che l’autore del libro si pone e alle quali propone risposte.

“Questo libro cerca, sempre partendo da domande, di fornire spunti di riflessione, strumenti e suggerimenti pratici per avere, o meglio dire, “essere” una carriera di successo definita però secondo parametri basati e decisi da noi stessi, non da altri e certamente non impostati solo sul profitto e su come fare carriera a tutti i costi, senza riflettere sulle conseguenze. Lo so, alcuni mi prenderanno per matto o anche peggio, mi considereranno una persona viziata e choosy e mi ricorderanno che è già un miracolo avere un lavoro. Sono argomenti comprensibili: anche solo ipotizzare di scegliere un lavoro, considerati i tassi di disoccupazione altissimi, può sembrare un’utopistica via di mezzo tra un lusso di altri tempi e un sogno poco realistico, se non addirittura irrealizzabile. Invece io sono convinto dell’esatto contrario. Solamente scegliendo e costruendo una carriera allineata ai nostri valori, ai nostri scopi e alle nostre motivazioni profonde, saremo in grado di fare un ottimo lavoro e di conseguenza avremo successo e gratificazioni. In questo piccolo gioco di parole, si cela uno dei segreti: se scegliamo consapevolmente il lavoro e la cultura giusta per noi stessi, non faremo un lavoro ma saremo il lavoro che facciamo. Rimanere liberi, dice il titolo. Cosa vuol dire? Libertà non è definita con "faccio quello che voglio" un segnale misto tra anarchia e menefreghismo. "Rimanere liberi vuol dire compiere consapevolmente scelte che non ci rendono ricattabili e non ci fanno stipulare il patto con il diavolo”.

"Le riflessioni contenute, gli strumenti pratici e lo storytelling della Bussola del Successo – aggiunge Paolo Gallo - , ci aiuteranno a capire chi siamo e cosa veramente vogliamo fare ‘da grandi’.  Potremmo decidere di lavorare in un'azienda o di creare una startup, nel cui caso in nostri valori saranno ancora più importanti perché essi saranno l'ossatura e il Dna stesso della nostra startup".

Il libro di Paolo Gallo, con la prefazione di Klaus Schwab, fondatore e presidente del World Economic Forum, è acquistabile anche online (qui).

 

paolo-gallo

 

Paolo Gallo è chief human resources officer del World Economic Forum, fondazione no profit con sede nei pressi di Ginevra che è oggi riconosciuta come una delle principali organizzazioni globali a supporto della cooperazione pubblico-privato e che organizza il noto evento annuale a Davos. In precedenza Gallo ha lavorato per la World Bank a Washington DC e la Bers a Londra, per Citigroup Investment Banking a Milano, Londra e New York e collabora con le Università Georgetown di Washington, Bocconi di Milano e con la Hult-Ashridge Business School.

 

 

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

12 settembre 2016

Categorie:

Inspiration, Must Read


Articoli correlati
Video Consigliati
Funding News

Big Data, la startup WaterView raccogl..

WaterView, startup dei big data incuba..

Startup ecommerce, 3 milioni per Lanie..

Lanieri è la startup ecommerce che ha ..

CoContest va in US e raccoglie 1,9 mil..

CoContest ha appena chiuso un round da..
Più letti

Shark Prank..

Dopo avere visto la prima puntata di S..

Cassa Depositi e Prestiti fa il Ventur..

Ci siamo. Il nuovo fondo di venture ca..

Ecco Endeavor, la noprofit che aiuta l..

Endeavor  non è un venture capital, al..
Più condivisi

Perchè in Italia non si investe in sta..

E' la domanda che serpeggia sempre, pi..

Chatbot, cosa sono e perchè sono impor..

L'organizzatore del primo evento itali..

Guida alle migliori startup city e sta..

Per fare start up all'estero la Silico..
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply