Wise raccoglie tre milioni di euro per lo sviluppo clinico

“Siamo molto grati della grande fiducia che i nostri investitori ci dimostrano quotidianamente, e siamo felici che quattro nuovi investitori si siano uniti a questo round. Essere in particolare il primo investimento del nuovo fondo healthcare di Principia Sgr ci rende orgogliosi. Ora il nostro obbiettivo è ripagare la loro fiducia diventando un key player del mercato della neuromodulazione”, così Luca Ravagnan, co-fondatore e Ceo di Wise nell’annunciare a Startupbusiness il nuovo round di investimento da tre milioni di euro.

L’ investimento serie A da tre milioni di euro è stato guidato da Principia Sgr e vede coinvolti gli investitori già presenti nella compagine della società che ha sede a Milano e Berlino: High-Tech Gründerfonds, Atlante Seed e b-to-v Partners e tre nuovi investitori Atlante Ventures, F3F e Antares.

Wise sviluppa impianti per la neuromodulazione innovativi per il trattamento di varie tipologie di disturbi neurologici e che si basano sulla sua tecnologia proprietaria denominata Supersonic cluster beam implantation (Scbi).

Secondo i piani di sviluppo resi possibili da questo round di investimento la società prevede di arrivare sul mercato entro il 2018 con un impianto flessibile per la stimolazione del midollo spinale.

I tre milioni di euro raccolti serviranno anche per lo sviluppo clinico degli impianti, per la certificazione Iso del sistema di produzione Scbi e per lo sviluppo di un nuovo laboratorio a Milano.

In una nota diffusa da Wise il Ceo di Principia Sgr Antonio Falcone ha sottolineato come questo sia il primo investimento del nuovo fondo Principia III-Health e come Principia lavorerà per supportare Wise durante tutto il processo di sviluppo dei neurostimolatori.

L’innovazione della tecnologia di Wise rispetto ai sistemi attualmente disponibili consente l’inserimento di microcircuiti elettronici all’interno di strutture di silicio biocompatibile potendo così costruire elettrodi altamente elasticizzati che resistono allo stiramento e alla torsione e quindi immuni da problemi come lo spostamento involontario e guasti elettrici. I dispositivi di Wise possono inoltre essere realizzati in modo altamente personalizzato per ogni paziente e quindi di dimensioni maggiormente ridotte al fine di mitigre i rischi di infiammazione. Il procedimento per ridurre le dimensioni e rendere il prodotto altamente affidabile è essenziale per migliorare le vita dei pazienti e per il raggiungimento di tale obiettivo è fondamentale che i sistemi di Wise ottengano il marchio CE, cosa che sarà possibile portare a termine sempre grazie al nuovo round di investimenti.

Share:

direttore
Ricevi la nostra newsletter

Pubblicato il:

09 giugno 2015


Articoli correlati
About
Startupbusiness è, dal 2008, il punto di riferimento dell’ecosistema italiano dell’innovazione che si fa impresa, offrendo informazione, contenuti, servizi, connettendo la community italiana delle startup e il mondo degli investitori e dell’industria.
Get In touch
Ricevi la Startupbusiness Review
reply
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo.

Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie.

Leggi la nostra cookie policy