video

Leaks of the week #34, scaleup italiane nel mondo, investimenti vc in Europa

Trentaquattresima puntata di Leaks of the week, l’appuntamento settimanale con le news del mondo startup, tech, innovazione realizzata da Startupbusiness e Ggutt

31 Gen 2022

In questa puntata di Leaks of the week, che ricordiamo va in onda live su Linkedin, Twitch, Facebook, Youtube e che è disponibile anche in versione podcast sia su Spreaker sia su Spotify (la prossima puntata, la 35, è in programma il giorno 3 febbraio 2022 alle ore 13) , si analizzano i nuovi dati relativi agli investimenti venture capital in Europa a seguito della pubblicazione del report European Venture Report relativo al 2021 che conferma quanto già era stato anticipato da altri report, come per esempio quello di Atomico e Slush, e cioè che vi è stata una crescita esponenziale degli investimenti che si confermano avere raggiunto una quota totale superiore ai cento miliardi di euro, quota che rappresenta un record ed è la prima volta che viene superata la soglia dei cento milioni di euro. Oltre ai numeri complessivi relativi all’intero continente PitchBook ha anche fatto un approfondimento relativamente all’area del sud Europa da dove emerge che da un lato l’intera zona ha ancora un peso marginale sul totale, si parla di 3,7 miliardi di euro (dato questo relativo ai primi tre trimestri del 2021) rispetto appunto ali oltre 100 miliardi del totale, e dall’altro che a fare la parte del leone è la Spagna che da sola raccoglie oltre la metà degli investimenti in termini di valore complessivo allungando quindi il passo anche rispetto all’Italia che pura avendo registrato investimenti superiori a 1,4 miliardi di euro nel 2021 resta decisamente indietro rispetto alle altre grandi economie europee, certamente Francia e Germania, ma anche Spagna. Si pensi per esempio che la sola regione della Catalogna ha raccolto investimenti in startup per un valore uguale a quello dell’Italia nel suo complesso.

Nel quadro di questo scenario relativamente ai numeri degli investimenti va però registrata una grande attività da parte degli imprenditori italiani che stanno crescendo e sviluppandosi con D-Orbit che utilizzando lo strumento della Spac si prepara alla quotazione al Nasdaq che avverrà tra il  secondo e il terzo trimestre 2022, ci sono poi la exit di Brumbrum che viene acquisita dalla britannica Cazoo per 80 milioni di euro, l’espansione in Portogallo di Casavo e l’acquisizione di un’azienda australiana da parte di Docebo.

Ci sono poi i casi delle scaleup internazionali che arrivano in Italia come è il caso di Personio e di Amity .

Buona visione.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2